menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La Regione cede il complesso Cereri-Briati a Ca' Foscari per 3 milioni di euro

Già affidato in comodato, era stato inserito tra i beni cedibili dalla Regione. Dopo più d'una procedura d'evidenza pubblica, la trattativa diretta con l'ateneo

Sarà dedicato ad attività didattiche ed istituzionali. Da oggi, il complesso edilizio Cereri-Briati in pieno centro storico, in prossimità di campo Santa Margherita, è di proprietà dell'Università Ca' Foscari. A cederlo all'ateneo, nel prosieguo del suo piano di alienazioni immobiliari, è stata la Regione Veneto.

L'acquisto per 3 milioni di euro

L'immobile si sviluppa su una superficie territoriale di quasi 2mila metri quadrati, ed è sviluppato su tre distinti fabbricati con area esterna di pertinenza comune. La Regione ne era diventata proprietaria negli anni ‘70, affidandolo in comodato proprio a Ca’ Foscari. Il complesso è stato successivamente incluso tra i beni del patrimonio disponibile passibili di cessione e dopo aver esperito più procedure di evidenza pubblica, la Giunta Regionale ha autorizzato il ricorso ad una trattiva diretta. L’Università ha manifestato il proprio interesse all’acquisto del bene ad un prezzo di 3 milioni di euro per poterlo destinare alla proprie attività istituzionali, essendo fra l’altro sede di alcuni corsi universitari.

«Pronto un intervento di ri qualificazione»

«La cessione definitiva all'università Ca’ Foscari di Venezia - commenta il presidente della Regione Luca Zaia - favorirà il recupero, la messa in sicurezza e la valorizzazione del bene, sottoposto tra l’altro a vincolo storico, garantendo il mantenimento della fruizione pubblica ad uso didattico». Gli ha fatto eco il rettore dell'ateneo, Michele Bugliesi: «Un investimento che valorizzeremo ulteriormente con un importante intervento di riqualificazione, programmato per il prossimo anno, con cui andremo ad ammodernare e adeguare l’intero complesso per renderlo più funzionale alle nostre esigenze».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Blue Monday: oggi è il giorno più triste dell'anno, ecco perché

Attualità

Chiude la sezione Covid 4 all'ospedale di Jesolo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento