Tredici marinai bloccati da oltre 2 mesi, il porto chiede aiuto

È l'equipaggio della nave azera M/N Zeinabaldyn Tagiyev sotto sequestro, ormeggiata a Marghera: disagio fisico e psicologico, rischio black-out e pericolo per l’incolumità delle persone

Porto di Venezia, immagine dal sito web

Tredici marinai "in ostaggio" da oltre due mesi sono a bordo della nave azera M/N Zeinabaldyn Tagiyev che si trova in stato di sequestro ed è stata fatta ormeggiare in una banchina inutilizzata del Porto di Venezia. L’Autorità di sistema portuale ha inviato una lettera alla comunità portuale veneziana per avviare una raccolta fondi a favore dell’equipaggio: 13 persone tutte di nazionalità azera che evidenziano disagi di natura fisica e psicologica per la lunga permanenza in mare e per la mancanza di comunicazioni verso l’esterno ma la situazione potrebbe addirittura peggiorare per la mancanza di viveri e di carburante.  

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Al momento, il comitato per il welfare della gente di mare di Venezia, istituito per affrontare questo tipo di emergenze, sta contribuendo attivamente fornendo assistenza medica e assistenza amministrativa, rifornendo l’equipaggio di viveri e cercando di favorire il rimpatrio dei suoi membri. «Non è abbastanza – dichiara Gianandrea Todesco, direttore programmazione, finanza e coordinamento operativo e portuale dell’Autorità di sistema portuale del mar Adriatico settentrionale –, serve l’aiuto delle nostre imprese, nello spirito di solidarietà che da sempre contraddistingue il porto e la sua gente». È stato istituito un conto corrente cui destinare le donazioni che «serviranno a scongiurare un black-out della nave che causerebbe il fermo di tutte le macchine e metterebbe a repentaglio la sicurezza, l’incolumità e la dignità dei membri dell’equipaggio presenti a bordo», scrive il porto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Frontale fra una Punto e un camioncino, muore una ragazza

  • Tagli capelli autunno 2020: tutte le tendenze per corti, medi e lunghi

  • Stivale sul parapetto di Scala Contarini del Bovolo: polemica sul post della Ferragni

  • Cade in acqua lungo la Riviera del Brenta e perde la vita

  • Un motociclista morto in un incidente stradale

  • Camerieri pestano un collega in pizzeria, poi gli lanciano contro coltelli

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeneziaToday è in caricamento