Attualità

Esodo di agosto: traffico sostenuto e qualche coda, ma in calo rispetto al 2019

A causa del Covid, si registra un calo dei veicoli in transito il primo agosto sulle autostrade

L’esodo d’agosto mantiene un’impronta di imprevedibilità in questa estate caratterizzata dall’incognita Covid: questa mattina sul nodo di Mestre i flussi si sono mantenuti ancora inferiori rispetto a quelli del 2019, con una leggera ripresa però di quelli in direzione Milano, dovuti forse già ai primi rientri. Traffico intenso ma scorrevole sul tratto tra Padova Est e il Bivio A4/A57-Arino in direzione Trieste, dove rispetto al sabato omologo dello scorso anno (3 agosto 2019) i transiti hanno subito un calo del -17,35 per cento in direzione Trieste e Venezia, ma solo del -6,62 per cento in direzione Milano. In totale nel corso della mattinata sono transitati 20.389 veicoli in direzione del litorale, con picco orario di 4.069 tra le 10 e le 11 e 14.892 veicoli in direzione Milano, con picco di 3.674 veicoli tra le ore 11 e mezzogiorno.

Qualche minuto di attesa alla barriera di Venezia-Mestre in A57, dove è stato registrato il transito di 11.999 veicoli in uscita, -3,61 per cento rispetto al sabato omologo del 2019, mentre in entrata (direzione Milano) si sono registrati 7.924 passaggi: -5,36 per cento rispetto allo scorso anno.

Anche sulla rete di Autovie Venete traffico molto intenso ma sostanzialmente scorreveole in direzione Venezia e sulla A23 Udine - Palmanova in direzione Palmanova. Sulla A4 Venezia Trieste, in entrambe le direzioni, la presenza di lunghi tratti a tre corsie ha permesso di diluire i transiti che nei momenti di maggior intensità hanno raggiunto i 2 mila 300 veicoli all'ora. Predominanza di italiani, come previsto, fra i turisti in transito. Meno roulottes del solito ma più camper (anche austriaci e tedeschi).

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Esodo di agosto: traffico sostenuto e qualche coda, ma in calo rispetto al 2019

VeneziaToday è in caricamento