Il 25 aprile è una piazza San Marco divisa a metà, tra festa della Liberazione e venetisti

Lunga giornata di celebrazioni mercoledì nel cuore della città, dalle commemorazioni per la liberazione dal nazifascismo ai festeggiamenti di San Marco degli indipendentisti

San Marco ha accolto anche quest'anno nel suo cuore, la piazza, le diverse anime che fanno capo al giorno di San Marco, da una parte patrono della città, dall'altro simbolo dell Serenissima. Ma il 25 aprile è anche il giorno in cui si commemora la liberazione dal nazifascismo: gli eventi nel salotto della città, nella giornata di mercoledì, si sono quindi susseguiti e moltiplicati. Nella prima parte di giornata sono andate in scena le celebrazioni istituzionali, con il tradizionale alzabandiera e gli onori resi dal Picchetto Militare, poi, nel pomeriggio, spazio alla Festa di San Marco.

Le commemorazioni ufficiali della mattinata

Gonfaloni sventolanti

A centinaia i gonfaloni che sono sventolati sulla piazza, migliaia i presenti, che hanno intonato l'inno di San Marco e quel "Par tera e par mar", che non ha mancato di menzionare anche il primo cittadino lagunare Luigi Brugnaro: "Venezia è Stato Da Mar e Stato Da Tera. Oggi in questa Piazza siete tutti i benvenuti. Siamo la prima Repubblica d’Europa. Qui c’è e c’è sempre stata una grande disponibilità di incontri ma anche difesa della giustizia e del diritto".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Festa e intrattenimento 

Sul palco di piazza San Marco c'è stato spettacolo ed intrattenimento, con schermidori che si sono affrontati dando dimostrazione d'attacco come ai tempi della Serenissima. Con la rievocazione della lotta tra Castellani e Nicolotti, il tutto in costumi d'epoca. Ma il fulcro è stato, alla presenza anche del sindaco e del consigliere delegato alle Tradizioni Giovanni Giusto, il ricordo della nascita di Venezia, la città del Leone.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un nuovo mini focolaio di coronavirus in una casa di riposo di Mestre: anziano all'ospedale

  • Gli aggiornamenti sui casi di coronavirus

  • È stato inaugurato il bicipark di piazzale Roma

  • Scoperto un traffico di ragazze schiavizzate e costrette a prostituirsi in strada

  • Gli aggiornamenti sul coronavirus in Veneto e provincia di Venezia

  • Si masturba affacciato alla finestra, denunciato

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeneziaToday è in caricamento