rotate-mobile

A Venezia il festival che celebra l'importanza della musica nel cinema | VIDEO

Il festival, intitolato "Prima la musica, poi il cinema", è dedicato al musicologo Giovanni Morelli e si terrà dal 10 al 14 maggio. In programma concerti, tavole rotonde, conferenze e proiezioni

La Fondazione Ugo e Olga Levi rende omaggio al musicologo Giovanni Morelli (Faenza 14 maggio 1942 – Venezia 12 luglio 2011) in occasione della ricorrenza del suo compleanno con la seconda edizione del festival a lui dedicato, quest’anno intitolato Prima la musica, poi il cinema. Dal 10 al 14 maggio 2023 concerti, tavole rotonde, conferenze e proiezioni, accompagneranno il pubblico in un viaggio nell’originale ricerca musicale e cinematografica di Morelli.

«“Da sempre è pesato sulla ricezione del Cinema un vago pregiudizio che imponeva, al cinema, di essere un derivato: o della narrativa, o dell’epica o del dramma”. Così esordisce l’ultimo libro di Giovanni Morelli intitolato Prima la musica, poi il cinema – ha spiegato Roberto Calabretto, presidente del comitato scientifico della Fondazione Ugo e Olga Levi, nel corso della presentazione dell'iniziativa tenutasi questa mattina a Venezia –. Un titolo eloquente per rivelare che “il cinema ha avuto una grande mamma nella musica”. Proprio a partire da questa sua intuizione è stato concepito il secondo festival dedicato a Morelli, una delle personalità più importanti della musicologia italiana e della vita musicale veneziana degli ultimi decenni». 

Il festival, il primo in Italia mai dedicato ad un musicologo, è organizzato in collaborazione con l’Associazione Giovanni Morelli, la Fondazione Giorgio Cini, l’Università Ca’ Foscari, il Conservatorio Benedetto Marcello, il Circuito Cinema Venezia, l'Archivio Luigi Nono e la Fondazione Teatro La Fenice,

Il programma

L'evento prenderà il via il 10 maggio, alle ore 17:30, con un concerto per violino all’Auditorium ‘Lo Squero’ dell’Isola San Giorgio Maggiore con il famoso violinista Michael Barenboim, che proporrà musiche di Salvatore Sciarrino, György Kurtág, Luciano Berio, autori cari a Morelli.

Il 12 maggio, alle ore 21:00 al Conservatorio Benedetto Marcello, si terrà Tirez sur le Pianiste!, un recital per pianoforte e film a cura del musicista Giovanni Mancuso, che accompagnerà al pianoforte sequenze cinematografiche con musiche di Luciano Berio, John Cage fino a Frank Zappa. Nel corso del festival le altre esecuzioni saranno due concerti laboratorio a cura degli studenti delle classi di musica da camera del Conservatorio, che vedranno protagonisti Nino Rota (12 maggio ore 11:00) e Gian Francesco Malipiero (13 maggio ore 11:00).

Due saranno le proiezioni cinematografiche organizzate dal Circuito Cinema Venezia di film amati e studiati da Morelli: il noto Barry Lyndon di Stanley Kubrick (11 maggio ore 21:00, Multisala Rossini) e Sacrificio di Andreij Tarkovskij (13 maggio ore 21:00, Casa del Cinema).  Ampio spazio sarà dato inoltre alle tavole rotonde e alle conferenze per continuare la riflessione iniziata dal musicologo sul tema della musica e del cinema.

A completare il quadro la presentazione di alcuni libri: Una promenade nella “musicologia satirica”. Vladimir Jankélévitch e Giovanni Morelli di Rossella Gaglione in cui si mette a confronto la riflessione di Morelli con quella di Vladimir Jankélévitch (11 maggio, ore 10:00, Fondazione Levi); Utopia, innovation, tradition. Bruno Maderna’s Cosmos  di Angela Ida De Benedictis (12 maggio ore 18:00, Fondazione Levi) e, soprattutto, la raccolta di alcuni testi di Morelli curata da Paolo Pinamonti Schede di presentazione e cicli audiovisivi 2005-2007 (11 maggio ore 17:00, Università Ca’ Foscari Venezia, Aula Morelli), edito dalla Fondazione Levi nella collana "Scritti di e su Giovanni Morelli".

I veri protagonisti saranno però i giovani, tra musicisti, studenti, ricercatori e musicologi chiamati a raccogliere e portare avanti il pensiero e l’eredità lasciata dal professore: in chiusura di festival, infatti, un gruppo di ricerca che da un anno lavora sugli scritti di Morelli dedicati al Novecento esporrà al pubblico i primi risultati del proprio lavoro Il Novecento di Giovanni Morelli. Prove di esegesi sugli scritti (14 maggio ore 10:00, Fondazione Levi). Saranno inoltre assegnati i premi per le migliori tesi di laurea di carattere musicologico discusse nel corso del 2022 (14 maggio ore 12:00, Fondazione Levi).

Tutte le iniziative sono ad ingresso gratuito.

Si parla di

Video popolari

VeneziaToday è in caricamento