menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Protezione civili in supporto a Favaro per i tamponi al rientro dalle vacanze

Protezione civili in supporto a Favaro per i tamponi al rientro dalle vacanze

Tamponi al rientro da Paesi a rischio Covid, 453 nell'Ulss3

Oltre a 146 tamponi in Ulss4: 95 San Donà di Piave e 51 a Portogruaro. Nei due giorni, ferragosto e domenica, complessivamente sono stati 381

In due giorni in Veneto oltre 12 mila turisti sono stati sottoposti al loro rientro dalle vacanze a tampone per verificare la positività o meno al coronavirus; 453 tamponi in Ulss3: Mestre 127, Noale 143, Dolo 120, Chioggia 33, Venezia 30 a cui si aggiungono i 388 effettuati all'aeroporto Marco Polo di Venezia. Nei due giorni i tamponi complessivi sono stati 2156. Nell'Ulss4 invece, i test per la ricerca del Covid somministrati sono stati oltre a 146: 95 San Donà di Piave e 51 a Portogruaro. Nei due giorni, ferragosto e domenica, complessivamente sono stati 381.

Protezione civile in campo, al distretto sanitario di Favaro Veneto, per assistere i cittadini in fila per sottoporsi al tampone al rientro dalle vacanze dai paesi a rischio Covid, in base alle disposizioni del ministro della Sanità. I volontari nella mattinata di domenica 16 agosto, hanno prestato un'attività di assistenza ai cittadini in fila: è stata allestita una tenda ombreggiante, sono state messe a disposizione alcune panche e distribuite bottigliette d'acqua alle persone in coda, in attesa del proprio turno. Tutti coloro che fanno rientro da Spagna, Grecia, Malta e Croazia potranno rivolgersi per il tampone dalle 7 alle 13 alle sedi Ulss 3: distretto 1, ex ospedale Giustinian, Dorsoduro 1454;  distretto 2 a Favaro Veneto, via della Soia 2.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento