menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Venezia, 380mila euro per incrementare la dotazione della protezione civile

Il Comune aderisce alla proposta di Anci. Saranno acquistati, tra gli altri, un camper, un pulmino, un mezzo furgonato e una automobile 4x4

Sarà possibile acquistare e procedere all’acquisto e alla manutenzione di mezzi per la protezione civile. Acquisire di un camper utilizzabile sia per dormire che come ufficio mobile, un pulmino a 9 posti per facilitare gli spostamenti, un mezzo furgonato completo di pedana caricatrice e gancio traino, una vettura 4x4, una tenda ignifuga 6x6 con impianto di climatizzazione e elettrico, un sistema di illuminazione per esterni, un gruppo elettrogeno da 10Kw, oltre a una serie di gazebo, brandine, sacchi a pelo e caschi. La Giunta comunale di Venezia ha approvato la delibera che adotta la proposta progettuale dell’Anci di garantire un finanziamento di un importo massimo di 380mila euro per l’acquisto e la manutenzione di mezzi ed attrezzature adatti a garantire l'autonomia logistica del personale inviato a supporto dei comuni in difficoltà a seguito di calamità.

In caso di eventi emergenziali

I fondi, messi a disposizione dal Dipartimento della protezione civile servono quindi a garantire la cosiddetta continuità amministrativa in caso di eventi emergenziali di rilevanza nazionale e serviranno, per l’appunto, a potenziare significativamente il sistema comunale di protezione civile. «Il sindaco Brugnaro - ha commentato l’assessore alla Protezione Civile Giorgio D’Este - ha subito accolto favorevolmente questa opportunità, dimostrando, anche in questo modo, quanto Venezia sia sempre in prima linea nel mettersi a disposizione di chi si trovi in difficoltà. Con l’arrivo di queste ulteriori risorse ci viene chiesto di mettere a disposizione del personale al verificarsi di un’emergenza: due unità nella prima fase dell'emergenza, (si tratta di personale esperto di Protezione Civile) e, successivamente, sei unità composte da personale scelto a seconda delle necessità».

«Una decisione importante»

«Un' importante decisione - conclude D'Este - che arriva proprio alla vigilia della cerimonia che si terrà domani, sabato 24 novembre, in via della Laguna 160/G a San Pietro in Volta, per la presentazione delle iniziative per il ventennale del Gruppo comunale di Protezione civile di Pellestrina San Pietro in Volta». Una giornata che inizierà alle 10 con la visita alla sala radio e la rassegna dei mezzi in dotazione, proseguirà, alle 11, con la benedizione dei mezzi di soccorso e l’intitolazione della sala radio al volontario Giovanni Giada, e si concluderà alle 11.30 con la presentazione delle iniziative per il ventennale».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Blue Monday: oggi è il giorno più triste dell'anno, ecco perché

Attualità

Chiude la sezione Covid 4 all'ospedale di Jesolo

Ultime di Oggi
  • Attualità

    Chiude la sezione Covid 4 all'ospedale di Jesolo

  • Cronaca

    Morto anche il papà del falconiere, Gianni Busso

  • Incidenti stradali

    Grave incidente tra mezzi pesanti in A4: un morto

  • Cronaca

    Un grande parcheggio scambiatore nell'area X-site a Jesolo

Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Blue Monday: oggi è il giorno più triste dell'anno, ecco perché

  • social

    Il gobbo di Rialto e la storia dell'ultimo bacio dei fustigati

  • Ristrutturare

    Bonus mobili 2021: come funziona e come ottenerlo

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento