menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Topetta con motore elettrico (archivio)

Topetta con motore elettrico (archivio)

Annunciati nuovi fondi per barche green: 20 milioni ad Actv e bonus a privati per motori elettrici

Per la rottamazione dei motori inquinanti privati è previsto un milione di euro, con bonus fino a 500 euro. È il risultato di due emendamenti al Decreto rilancio firmati dal deputato Pellicani

Due emendamenti nel Decreto rilancio permetteranno lo stanziamento di fondi per rendere meno inquinanti le barche a Venezia: 20 milioni di euro (5 nel 2020, 10 nel 2021 e 5 nel 2022) sono destinati a rinnovare e ammodernare i vaporetti; un ulteriore fondo di 1 milione di euro è invece rivolto ai privati, che potranno ottenere un bonus fino a 500 euro per sostituire motori inquinanti con motori elettrici. «L'obiettivo - spiega il deputato Pd Nicola Pellicani, primo firmatario degli emendamenti - è ridurre l'inquinamento in laguna, le emissioni ed efficientare le barche». «È un risultato importante - aggiunge - frutto del lavoro di squadra con Pier Paolo Baretta, sottosegretario all'Economia e candidato sindaco di Venezia, e con Sara Moretto di Italia Viva».

Impegno per l'ambiente

Pellicani riepiloga: con questo provvedimento «vengono stanziate altre risorse per la città,  ribadendo la specialità di Venezia e dimostrando attenzione per i temi ambientali, il risparmio energetico, il contrasto al moto ondoso e all'inquinamento». I due emendamenti, dice, si aggiungono «alla battaglia per il potenziamento del "superbonus al 110%", che consentirà di poterlo applicare anche a Venezia»; inoltre, «rientrano nell'ambito delle attività che sto conducendo sul dossier Venezia», che ha già portato una serie di risultati: «il finanziamento del centro internazionale di studi sui cambiamenti climatici, l'istituzione dell'indagine conoscitiva in Commissione ambiente sugli interventi condotti fin qui sulla salvaguardia di Venezia, l'incardinamento della proposta di legge di aggiornamento della legge speciale; la tutela delle botteghe storiche».

Fondi per la città

Queste misure, conclude Pellicani, «si aggiungono ai fondi stanziati dai governi di centrosinistra e al lavoro fatto dai parlamentari veneziani del Pd: dai 500 milioni del Patto per Venezia, ai 55 del bando periferie, passando per i 400 milioni di rifinanziamento della legge speciale, il finanziamento dei buoni spesa con 1,4 milioni e gli oltre 84 milioni di fondi erogati per i danni dell'acqua alta del novembre 2019».

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Venezia usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Assegno unico figli 250 euro al mese: come ottenerlo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento