Martedì, 22 Giugno 2021
Attualità

Fondi Next Generation Eu al nord: «Falcone diceva seguire i soldi e i movimenti delle mafie»

Il monito dell'onorevole del Pd Nicola Pellicani che attende giovedì l’audizione del procuratore della Repubblica di Venezia Bruno Cherchi in commissione Antimafia alla Camera

Domani, giovedì 27 maggio, è in programma in commissione Antimafia alla Camera l’audizione del procuratore della Repubblica di Venezia, Bruno Cherchi per un focus delle mafie in Veneto. «Un appuntamento che offrirà l’occasione per un approfondimento sulla presenza e il radicamento della criminalità organizzata locale - afferma l'onorevole del Pd Nicola Pellicani -. Il problema delle mafie non riguarda solo le regioni del sud del Paese, ma è un fenomeno che interessa anzitutto il nord e in particolare il Veneto». Quest’audizione, giunge due anni dopo la missione dell’Antimafia in Veneto, nel luglio 2019, dopo l’inchiesta di Eraclea e le altre tra le  province di Venezia, Padova e Verona che hanno portato nel giro di un anno a quasi 200 arresti, con accuse che vanno dall’associazione a delinquere di stampo mafioso, al voto di scambio, oltre a truffe, rapine, spaccio, riciclaggio, false fatturazioni, usura e corruzione.

Sono arrivate le prime sentenze di Eraclea in quello che rappresenta il primo maxi-processo per mafia in Veneto, dopo le condanne alla banda Maniero di molti anni fa. «Gli esiti per gli imputati che sono ricorsi al rito abbreviato hanno confermato l’impianto accusatorio - continua Pellicani -. A partire dalla condanna all’ex sindaco Graziano Teso per concorso esterno in associazione mafiosa, dimostrazione dell’esistenza di un legame stretto tra politica e camorra nel Veneto orientale. Sarà interessante conoscere come le mafie si stanno riorganizzando dopo inchieste e arresti e capire il comportamento della criminalità organizzata nei mesi di crisi pandemica specie in settori come il turismo».

Secondo Pellicani occorre sorvegliare la malavita anche in relazione ai fondi europei, quelli del piano Next Generation Eu: «saranno erogati per la ricostruzione, ma rappresentano un’occasione per le mafie: dove ci sono i soldi, le mafie sono presenti. Lo diceva il giudice Giovanni Falcone, di cui qualche giorno fa abbiamo i ricordato il 29esimo anniversario dall’uccisione. E seguendo il denaro abbiamo scoperto la mafia al nord e nel nordest. Interessante sarà capire il punto di vista del procuratore della Repubblica anche in relazione alle riforme in discussione e ai controlli necessari per evitare che fondi indispensabili non finiscano nelle tasche della criminalità organizzata».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fondi Next Generation Eu al nord: «Falcone diceva seguire i soldi e i movimenti delle mafie»

VeneziaToday è in caricamento