Il Global Campus of Human Rights e la Regione Veneto dialogano per ribadire l'importanza dei diritti umani | VIDEO

La seconda “conversazione” organizzata dal Global Campus of Human Rights si è tenuta questa mattina in via telematica. Nei prossimi mesi la Regione Veneto indirà un bando per creare nuove connessioni tra le università e le istituzioni.

Si è tenuta questa mattina, in via telematica, la seconda “conversazione” organizzata dal Global Campus of Human Rights (GCHR) per discutere sul possibile futuro a Venezia, prestando particolare attenzione all’importanza della formazione universitaria.

Alla presenza dell’assessore regionale alla Cultura Cristiano Corazzari, del segretario generale del GCHR Manfred Nowak e del docente dell’Università degli Studi di Padova Marco Mascia, è stato affrontato il tema delle relazioni tra le istituzioni – universitarie e non – nella Regione Veneto, proponendo nuove attività comuni più attente ai diritti umani e all'educazione universitaria. È stata inoltre posta un’attenzione particolare sulla possibilità di aprirsi al progetto Shelter cities, che supporta e aiuta i difensori dei diritti umani nel mondo. Nei prossimi mesi, infine, la Regione Veneto indirà un bando per creare nuove connessioni tra le università e le istituzioni.

Hanno partecipato alla discussione anche Elisabetta Noli, direttore amministrativo del GCHR, Jane Da Mosto di We are here Venice e Carlotta Giordani, rappresentante EMAlumni Association. La prossima conversazione si terrà in vista della Festa della Sensa (10-16 maggio 2021).

Si parla di

Video popolari

Il Global Campus of Human Rights e la Regione Veneto dialogano per ribadire l'importanza dei diritti umani | VIDEO

VeneziaToday è in caricamento