Attualità

Oggi è la giornata contro la violenza sulle donne. La storia e il perché cade il 25 novembre

Ecco il motivo per cui dal 1999 a oggi in questa giornata si riflette su questo tema tanto delicato quanto importante

Oggi è la giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne. Il 25 novembre, infatti, si celebra questa ricorrenza a favore delle donne e della loro incolumità istituita dall'Assemblea generale delle Nazioni Unite designando questa come data ufficiale il 17 dicembre 1999. Da quell'anno i governi, le organizzazioni internazionali e le ONG hanno iniziato a organizzre eventi e iniziative di sensibilizzazione su questa delicata quanto importante tematica sociale. La data designata per riflettere su quanto sia cruciale preservare la donna da violenza di qualsiasi genere ha segnato anche l'inizio di un'altra iniziativa divenuta sempre più diffusa negli anni e istituita nel 1991 dal Center for Women's Global Leadership (CWGL) e sostenuta dalle Nazioni Unite: i "16 giorni di attivismo contro la violenza di genere" che precedono un'altra giornata importante: quella mondiale dei diritti umani, celebrata ogni 10 dicembre. La violenza contro le donne, infatti, viene considerata come una vera e propria violazione dei diritti umani. 

Cos'è considerata violenza sulle donne?

Secondo la risoluzione 54/134 del 17 dicembre 1999 che ha dato il via a questa giornata internazionale, è considerata violenza sulle donne «qualsiasi atto di violenza di genere che si traduca o possa provocare danni o sofferenze fisiche, sessuali o psicologiche alle donne, comprese le minacce di tali atti, la coercizione o privazione arbitraria della libertà, sia che avvengano nella vita pubblica che in quella privata».

Le sorelle Mirabal e l'origine della giornata contro la violenza sulle donne

La giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne cade ogni 25 novembre. Ma Perchè? Il motivo della scelta di questa data è da ricondurre alla storia di tre donne e attiviste politiche, le sorelle Mirabal, che il 25 novembre del 1960 nella Repubblica Domenicana vennero uccise  per ordine del dittatore Rafael Leónidas Trujillo. Patria Mirabal, Minerva Mirabal e Maria Teresa Mirabal, quel giorno mentre si recavano a far visita ai loro mariti in prigione, vennero bloccate sulla strada da agenti militari e condotte in un luogo nascosto vennero stuprate, torturate, massacrate, colpite a bastonate e strangolate per poi essere gettate in un precipizio all'interno della propria automobile per dare l'idea di un incidente. E fu proprio per ricordare e omaggiare la morte delle due attiviste che nel 1981, al primo incontro femminista latinoamericano e caraibico svolto a Bogotà, in Colombia, fu deciso di celebrare il 25 novembre come Giornata internazionale della violenza contro le donne. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Oggi è la giornata contro la violenza sulle donne. La storia e il perché cade il 25 novembre

VeneziaToday è in caricamento