Mezza tonnellata di rifiuti in rio di San Girolamo: mattina di lavoro per i gondolieri

Terza immersione nelle acque della laguna: recuperate bottiglie di vetro, decine di copertoni, materiale edile, transenne, pale, tavoli e sedie, un trolley e perfino due monopattini

Foto: gondolieri sub domenica

Terza immersione dei gondolieri sub nelle acque della laguna domenica: mezza tonnellata di rifiuti recuperati in Rio di San Girolamo. Centinaia di bottiglie di vetro, decine di copertoni usati come parabordi, ma anche materiale edile, transenne, pale, tavoli e sedie, un trolley e perfino due monopattini.

Squadre all'opera

Un progetto nato dalla collaborazione tra l’amministrazione comunale, direzione progetti strategici e ambientali, e l’associazione gondolieri veneziana per contribuire alla tutela ambientale di Venezia e della sua laguna e che sta dando grandi risultati: basti pensare che nelle due edizioni precedenti, il 10 febbraio e il 10 marzo scorsi, sono stati recuperati rispettivamente 600 e 900 chili di rifiuti. Domenica sei gondolieri, tutti istruttori sub, divisi in due squadre, hanno ripetuto l’iniziativa e perlustrato rio Rio di San Girolamo (Cannaregio, zona Ghetto), nel tratto compreso tra il sotoportego de la Gata in campo del Ghetto. All'appuntamento, a cui hanno preso parte il consigliere delegato alla Tutela delle Tradizioni, Giovanni Giusto, insieme ai consiglieri Maurizio Crovato e Francesca Rogliani, hanno prestato supporto gli uomini della polizia locale e della guardia costiera ausiliaria. Fondamentale anche il contributo dei ragazzi dell’associazione sportiva dilettantistica Venice On Board, che hanno messo a disposizione, per il recupero dei rifiuti, le proprie imbarcazioni tipiche a remi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Pulire i fondali

«Il progetto, spiegano i promotori – che proprio nei giorni scorsi sono stati ricevuti dal sindaco Luigi Brugnaro che li ha voluti ringraziare – nasce dal nostro amore per la città e per il diving. Nei giorni di bassa marea, mentre portiamo le nostre gondole, è facile scorgere materiale sul fondo dei canali. Da qui l’idea di immergerci e recuperarlo, consegnarlo a Veritas perché lo possa smaltire nelle discariche». 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, bollettino di oggi: i numeri di Veneto e provincia di Venezia

  • Malore fatale, commerciante muore a 37 anni

  • Schianto sulla strada: morto un ragazzo di 18 anni a Veternigo

  • Coronavirus, bollettino di oggi: numeri di Veneto e provincia di Venezia

  • Per Zaia il problema non sono ristoranti e palestre: «Bisognava puntare su assembramenti»

  • Coronavirus, bollettino di oggi: numeri di Veneto e provincia di Venezia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeneziaToday è in caricamento