Attualità Marghera / Via della Libertà, 12

La Grande Mano del Vega ripulita da un gruppo di cittadini anonimi

Flash mob notturno per dare nuova luce all'opera di Mario Irraràzabal realizzata per la Biennale del 1995

La Grande Mano realizzata dallo scultore Mario Irraràzabal in occasione della Biennale del 1995 e poi donata alla città è stata ripulita da un gruppo di cittadini anonimi con un flash mob notturno. L'opera, posizionata dal 1996 presso il Vega, mostrava evidenti segni di usura e l'intervento dei cittadini ha voluto portare all'attenzione di tutti le condizioni precarie di conservazione della scultura. 

I "pulitori" della Grande Mano, hanno deciso di cogliere l'opportunità lanciata dalla pagina Instagram "Angoli di Vega" per fotografare la quotidianità dei lavoratori della struttura e immortalare con tono ironico ma propositivo, le situazioni di disagio degli spazi. Attraverso la call FridaysForVega, il profilo social, ha invitato a compiere piccole azioni per riqualificare il parco tecnologico, come la pulizia di ambiti o zone interessate dalla presenza di rifiuti, e la pulizia della scultura è stata una di quelle. 

L'azione dei volontari è stata quella di rimuovere i rifiuti intorno alla base della statua, potare le fronde circostanti e installare un delimitatore per musei, con tanto di targhetta che riporta le informazioni sull’opera che rappresenta una parte del patrimonio culturale del territorio. 

«L’operazione di ripulitura - riferisce la pagina "Angoli di Vega" - è stata possibile grazie all'opera di un gruppo di persone comuni, che ritengono che la riqualificazione degli spazi del Vega debba muovere dal basso e dalla buona volontà di coloro che di questi spazi usufruiscono».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Grande Mano del Vega ripulita da un gruppo di cittadini anonimi

VeneziaToday è in caricamento