Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Grandi navi: «Né Vittorio Emanuele né Marghera». No nav: «Subito via dalla laguna»

Il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Danilo Toninelli a Venezia ha incontrato Tommaso Cacciari

 

«Abbiamo questi primi documenti che indicano San Nicolò e Chioggia come soluzioni per le grandi navi a Venezia», ha detto oggi il ministro Danilo Toninelli in visita a Venezia. Alle Zattere il ministro ha avuto un breve incontro con il portavoce del Comitato No navi, Tommaso Cacciari: «Via subito le navi di oltre 40  mila tonnellate dalla laguna, il decreto c'è e si può applicare domani, poi si può trovare una soluzione, a patto che sia fuori dalla laguna. Daremo al ministro una cartina mostrandogli che Chioggia è in laguna». Davanti alla Capitaneria di porto anche Cesare De Piccoli, da sempre promotore del progetto Venis Cruise 2.0, conosciuto anche come il Duferco, che ha studiato una soluzione fuori dalla bocca di porto del Lido e Punta Sabbioni: l'unico studio ad aver ottenuto la Via, ma che non è mai stato considerato.

Vittorio Emanuele

«Grandi navi fuori dal canale della Giudecca? Assolutamente sì - ha dichiarato il ministro del Turismo, Gian Marco Centinaio -. Noi avevamo visto la proposta fatta dal Comitatone, il ministro Toninelli non lo vedo molto d' accordo. Aspettiamo la sua proposta per dire se siamo d'accordo o meno. L'idea che ho - ha aggiunto il ministro - è però quella che non possiamo pensare di far sbarcare i turisti troppo lontano, anche perché sappiamo tutti benissimo che l'accesso all'Adriatico da parte delle navi da crociera c'è solo ed esclusivamente perché si viene a Venezia. Sposo quindi assolutamente - ha concluso Centinaio - il progetto Vittorio Emanuele: è la proposta che avevamo fatto anche noi».

Marghera

«Il Ministro continua ad avanzare proposte irrealistiche e irrealizzabili - scrive l'onorevole Nicola Pellicani del Pd -, come il trasferimento del terminal crocieristico a Chioggia, dove non ci sono né banchine, né fondali adeguati e per le grandi navi. Oppure l'ipotesi del Lido, davanti alla spiaggia di San Nicolò - ma Toninelli non direbbe la verità su Marghera, continua Pellicani -  in quanto parla di un'ipotesi che esisterebbe solo in uno studio di due paginette, quando invece è sufficiente andare sul sito del Mit e del Porto (https://www.port.venice.it/it/studi-relativi-alla-crocieristica-venezia.html) per leggere il risultato di un lavoro congiunto fatto da vari ministeri, Porto, provveditore, Capitaneria e gli altri soggetti interessati».

Potrebbe Interessarti

  • Violenta grandinata, si cerca di proteggere le auto ma ci sono stati danni VIDEO

  • Grande nave vicina alla banchina nella tempesta. Timore e reazioni | VIDEO

  • «Ciao Cecilia»: volo di palloncini bianchi per salutare la piccola scomparsa | VIDEO

  • Christian Vieri porta a Jesolo tanti campioni per il suo torneo di footvolley | VIDEO

Torna su
VeneziaToday è in caricamento