È nato a Venezia il gruppo di guide turistiche che organizza tour in lingua dei segni

Si chiama Go Guide: sono professionisti «impegnati a favore di un turismo consapevole e sostenibile, sensibile ai temi dell'accessibilità e dell'inclusività»

C'è un gruppo di guide turistiche abilitate con base a Venezia, Go Guide, che propone itinerari in lingua dei segni italiana (LIS), impegnandosi «a favore di un turismo consapevole e sostenibile, con attività e percorsi nel segno dell'accessibilità e dell’inclusività». Il nome e il simbolo del gruppo prendono ispirazione dal gò, o ghiozzo, un pesce mediterraneo che sguazza nei fondali della laguna, con cui si preparano alcuni dei piatti più gustosi e della cucina tradizionale veneta, come il celebre risotto.

Il gruppo è composto da una ventina di guide turistiche e propone itinerari concepiti per superare le barriere architettoniche, avvalendosi anche di interpreti LIS. Si rivolge a famiglie, scuole, aziende, associazioni, tour operator o semplicemente persone curiose. Oltre ai tour classici, come passeggiate nel cuore di Venezia e gite in barca alle isole della Laguna Nord, queste guide hanno elaborato degli itinerari tematici: le proposte riguardano storia veneziana, architettura, arte, musica, cinema, moda, ai suoi giardini segreti, leggende e misteri, visite museali ed escursioni in laguna. Presentano anche visite in altre città, luoghi d’interesse e siti Unesco come le ville venete e le piccole città murate oppure le dolci colline del Prosecco e le Dolomiti. Tutte proposte «orientate al rispetto per l’ambiente e i centri storici, privilegiando il trasporto “green”».

«Il lavoro di guida turistica implica una buona dose di impegno civico -  spiega il gruppo - che si traduce non solo nel comunicare la bellezza del patrimonio artistico e paesaggistico, ma anche nel promuoverne la tutela». Il primo itinerario, un tour in LIS, si è svolto il 25 luglio a Venezia e ha avuto la partecipazione di alcuni dei rappresentanti più autorevoli della comunità sorda del Nord Italia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Veneto resta giallo? Zaia: «Dipendiamo da Rt, ma non abbiamo demeriti per cambiare zona»

  • Natale con congiunti ma senza abbracci: le regole per cenone e veglione di Capodanno

  • 60enne si allontana da casa e scompare, trovato senza vita

  • Domani si decide sul colore del Veneto, Zaia: «Pressione su ospedali, ma tutto sotto controllo»

  • Domani nuova ordinanza in Veneto, Zaia: «Misure per garantire la salute pubblica»

  • Coronavirus, il prossimo mese il Veneto potrebbe essere area a rischio elevato

Torna su
VeneziaToday è in caricamento