Sabato, 19 Giugno 2021
Attualità

Guide turistiche, riparte il Tourgether

Il progetto dedicato a cittadini stranieri che si formano per avere più chance nel mercato del lavoro. Quattro le classi coinvolte. Quest'anno dopo lo stop del 2020 tornano le guide Gti in presenza nel totale rispetto del distanziamento

Silvia Graziani, una guida turistica

Ripresa del turismo sì, ma sempre con attenzione all'inclusione sociale. È lo spirito con cui Gti (Guide turistiche italiane), in Veneto, ha organizzato in collaborazione con i Cpia (Centri provinciali istruzione adulti) la terza edizione, da lunedì 17 maggio, di Tourgether, il progetto che utilizza l'arte come strumento per stimolare il senso di appartenenza alla comunità in cui si approda. Destinatari sono prevalentemente stranieri che, grazie anche all'apprendimento della lingua, si formano per avere più chance nel mercato del lavoro.

Si parte lunedì e si prosegue martedì e giovedì. Quattro le classi coinvolte del Cpia Venezia, con simultaneo collegamento con altrettante di Mestre. E se nelle precedenti edizioni, come spiega la referente per il Veneto, Silvia Graziani, «si faceva un vero e proprio tour in città, quest'anno ci saranno guide Gti in classe, nel totale rispetto del distanziamento. Agli studenti racconteranno la storia di Venezia e Mestre, tra cultura, architettura, urbanistica, cibo. Nozioni semplici ma fondamentali per sviluppare curiosità per il territorio. Dalla conoscenza passa il rispetto e dunque la capacità di relazione, che diventa scambio». Dopo l'interruzione del 2020, a causa dell'emergenza da Covid-19, Gti riparte quindi con una rassegna cui tiene molto, «perché la ripresa economica va di pari passo con il miglioramento della società».   
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Guide turistiche, riparte il Tourgether

VeneziaToday è in caricamento