Attualità

Arrigo Cipriani non riapre l'Harry's Bar

Il patron del locale a due passi da Piazza San Marco contesta le guide linea per la riapertura

«Lunedì non riapro, con quelle linee guida è impossibile. Sono condizioni demenziali scritte da gente senza idee e se resteranno così, non si riapre né lunedì né mai più». Le parole sono di Arrigo Cipriani, patron dell'Harry's Bar di Venezia, storico locale a due passi da piazza San Marco fondato 89 anni fa dal padre e mai chiuso tranne per una parentesi nel '43, quando fu requisito dai repubblichini. Nonostante il via libera di Governo e Regione, quindi, le serrande rimarranno, almeno per ora, abbassate.

«Adesso sta per essere chiuso dalle menti sublimi dell'Inail», spiega il gestore, che contesta gran parte delle linee guida previste per la riapertura dei locali dal 18 maggio. Il locale è chiuso dall'inizio di marzo per l'emergenza sanitaria.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arrigo Cipriani non riapre l'Harry's Bar

VeneziaToday è in caricamento