Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Artisti uniti contro l'emergenza coronavirus: il brano "Gente bella" | VIDEO

Un'iniziativa con raccolta fondi per sostenere il nucleo della protezione civile della Regione Veneto

 

Un inno cantato da artisti, giornalisti, medici e personaggi del mondo dello sport - tutti veneti - per affrontare l’emergenza coronavirus: Gente bella è un’iniziativa pensata da Alberto Grollo e adattata in versi e musica con la collaborazione dell’illustratrice Marina Carosi.

La canzone è stata poi elaborata dal cantautore Stefano Dall’Armellina e “confezionata” per la sua parte artistica - arrangiamento, programmazione, suoni - dal pianista Pietro Brovazzo.

Un brano a sei mani che presenta un grande coro di persone dalle più diverse estrazioni artistiche ma con un comune denominatore: il Veneto. Per questo importante progetto verrà infatti attivata una raccolta fondi al fine di sostenere il nucleo della protezione civile della Regione Veneto.

«La canzone parla della vicinanza, di cosa possa fare la fantasia, di come si possa “volare” anche stando nelle nostre case. Quando l’emergenza giungerà al termine, ognuno avrà la propria storia da raccontare. E’ un inno alla vita, un omaggio al duro lavoro di chi si è immolato per gli altri, in corsia o in ogni ambito, con infinita passione» spiegano i protagonisti dell’iniziativa.

Gente bella, che sarà pubblicato in anteprima nelle pagine social del Presidente della Regione Luca Zaia, è stato inviato ai cantanti, giornalisti, medici e personaggi dello sport veneti che autonomamente, tramite smartphone o i-pad, hanno registrato una traccia della canzone presso le proprie abitazioni.

«È stato incredibile vedere quanto sia stata intensa e sentita la partecipazione spontanea di tutti. I personaggi coinvolti sono infatti nomi noti nel Territorio per il loro impegno culturale e sociale che non lesinano energie per raccontare a tutti la loro arte e sensibilità. Tutti, ci teniamo a dirlo, hanno prestato la loro opera a titolo assolutamente gratuito» spiegano i protagonisti dell’iniziativa.

Potrebbe Interessarti

Torna su
VeneziaToday è in caricamento