Vola la differenziata a Quarto D'Altino: «Avanti così, le tariffe rifiuti potrebbero calare»

Da giugno 2018 a giugno 2019 è passata dal 71,31 all’80 per cento

Veritas, archivio

Raccolta differenziata dei rifiuti a Quarto D'Altino: nei primi sei mesi del 2019 passa all’80%. I dati a confronto forniti da Veritas mettono in luce, rispetto al primo semestre dello scorso anno, anche un netto calo del secco differenziato, che scende da 496 a 380 tonnellate, e una migliore qualità di raccolta di plastica, vetro, lattine e carta.

Minori impurità

Migliore è anche la qualità delle frazioni differenziate dagli utenti, che conferiscono materiali con meno impurità. Nei primi sei mesi di quest’anno la raccolta della plastica ha una media di scarto dell’8,08 per cento: nello stesso periodo del 2018 era del 15,52 per cento. Per quanto riguarda vetro e lattine si passa dalla media di scarto del 6,09 per cento al 4,02 per cento attuali. La carta, infine, nel primo semestre 2018 aveva una media di scarto del 3,05 e quest’anno dell’1,80 per cento. Il sindaco Claudio Grosso: «Sono felice che la cittadinanza abbia ben assimilato il nuovo sistema. Migliore è la raccolta, più si abbassa il piano finanziario e le tariffe potrebbero essere abbassate».

Calo delle tariffe

L’obiettivo dell’amministrazione comunale di Quarto d’Altino è di consolidare la base minima della raccolta differenziata dei rifiuti all’80 per cento. Dati alla mano, la strada “a tariffa puntuale” intrapresa dall’inizio del 2018 sembra essere quella giusta. «Se il trend continuerà a essere questo, a fine anno potremo contare su un notevole risparmio relativamente ai costi dei rifiuti secchi indifferenziati. Una tonnellata di secco portata in discarica costa 143 euro. Averne prodotto 116 tonnellate in meno in questi primi sei mesi dell’anno significa aver risparmiato oltre 16 mila euro rispetto ai primi sei mesi del 2018 - commenta il sindaco -. Una migliore qualità nella raccolta significa che sarà possibile da parte dell’ente gestore abbassare le tariffe e di conseguenza le bollette. Perché? Basta pensare alla plastica, che nel mercato ha un valore elevato. Più la plastica che conferiamo a Veritas è di alta qualità, maggiore sarà il suo prezzo di mercato. Se dalla vendita della plastica si guadagna di più è logico che si abbassi il piano finanziario, e di conseguenza la tariffa per le utenze».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristoratore arrestato: spacciava droga

  • Ciclista travolto e ucciso da un'auto

  • Auto in fosso: morto un 38enne, una donna estratta viva

  • Acqua alta fino a 145 centimetri, bollettino aggiornato

  • C'è un nuovo ristorante con due stelle Michelin a Venezia

  • Una folla per l'addio a Giulia

Torna su
VeneziaToday è in caricamento