Forte Marghera diventa un laboratorio d'arte grazie al progetto “In-Edita 2, The Making of Contemporary Art” | VIDEO

La manifestazione partirà martedì 20 luglio e riunirà i quattordici artisti selezionati, provenienti da tutta Italia, che che condurranno la propria ricerca artistica all'interno del Padiglione 32 di Forte Marghera. L'iniziativa offrirà ai visitatori un programma di appuntamenti gratuiti su prenotazione

Forte Marghera diventa una fucina di arte contemporanea grazie a In-Edita 2, The Making of Contemporary Art, il progetto che unisce rigenerazione urbana, impatto sociale e diffusione culturale. L'iniziativa, coordinata dalle gallerie Marina Bastianello Gallery, Alberta Pane e Ikona Photo Gallery e realizzata con il supporto del Comune di Venezia, è una vera e propria piattaforma per giovani artisti emergenti condita con un programma di attività culturali volte a diffondere l'arte contemporanea presso la cittadinanza. 

Dopo il successo dell'edizione 2020, In-Edita allarga gli orizzonti rivolgendosi ai giovani talenti nazionali: sono infatti 14 gli artisti, provenienti da tutta Italia, ad essere stati indicati dal comitato di selezione composto da Marina Bastianello, Ilaria Bonacossa, Daniela Ferretti, Paola Mar, Živa Kraus, Alberta Pane e Tommaso Tisot.

Dopo aver considerato le numerose candidature pervenute, sono stati nominati i vincitori del bando – Enrico Antonello, Riccardo Bertoia, Francesco Cardarelli, Valerio Conti, Ilaria Fasoli, David Michel Fayek, Daniela Frongia, Silvia Giordani, Max Mondini, Eliel David Pérez Martínez, Runo B, Letizia Scarpello, Chiara Ventura, Federica Zianni – che condurranno la propria ricerca artistica nello spazio di lavoro condiviso all'interno del Padiglione 32 di Forte Marghera e nelle aree esterne circostanti, in uno scambio continuo con i cittadini, gli appassionati e altri professionisti dell'arte: ogni weekend, infatti, il pubblico potrà visitare gli atelier, assistendo così alla fase di produzione delle opere. Inoltre, diversi collezionisti e curatori saranno chiamati a conoscere gli artisti e il loro lavoro, dando vita così a un'attività di talent scouting collegiale.

Un'ulteriore novità della seconda edizione di In-Edita è il Premio Contemporalis indetto dall'omonima associazione culturale francese: tra gli artisti partecipanti sarà selezionato un vincitore che potrà esporre le proprie opere a Parigi, nella sede associativa situata nel VII° arrondissement. 

La manifestazione, che prenderà il via martedì 20 luglio nell’ambito della programmazione “Le Città in Festa”, è stata presentata questa mattina nel corso di una conferenza stampa tenuta dall’assessore comunale alla Promozione del Territorio Paola Mar, dal consigliere della Fondazione Forte Marghera Diego Semenzato e dalle galleriste Marina Bastianello, Alberta Pane e Živa Kraus. Presenti anche i curatori del programma di incontri Dedalo, Andrea Penzo e Cristina Fiore, e Francesco Piva, artista partecipante alla prima edizione e tutor dei nuovi partecipanti.

Appuntamenti artistici

In-Edita 2 offrirà ai visitatori un programma di appuntamenti gratuiti su prenotazione: gli incontri di Continuum proposti dagli artisti Penzo+Fiore (20 luglio, 24 agosto e 16 settembre); I Fili di Arianna, tour guidati su suggestive imbarcazioni e curati da Anna Bigai, presidente della Cooperativa Guide Turistiche Autorizzate di Venezia (31 luglio, 7 e 21 agosto, 7 e 11 settembre) e  Cre/Azione - Kids Educational Performance, giornate-laboratorio per bambini dai 6 agli 11 anni (22 e 29 luglio, 5 agosto).

Per conoscere tutti gli appuntamenti e prenotarsi è possibile mandare una email a inedita2.fortemarghera@gmail.com

Si parla di

Video popolari

Forte Marghera diventa un laboratorio d'arte grazie al progetto “In-Edita 2, The Making of Contemporary Art” | VIDEO

VeneziaToday è in caricamento