Grenfell, l'ultima telefonata di Gloria ai genitori interrotta appena prima di morire

A raccontarlo la mamma della giovane scomparsa, insieme al fidanzato, nel rogo della Grenfell Tower del 2017, nella ricostruzione dei fatti alla commissione d'inchiesta britannica

Foto: Gloria e Marco

Un rogo spaventoso e un'ultima telefonata alla famiglia da far gelare il sangue nelle vene, quella di Gloria Trevisan, la ragazza 26enne morta assieme al fidanzato, Marco Gottardi, nell'incendio alla Grenfell Tower dello scorso anno. Una conversazione durata 22 minuti e interrotta da Gloria poco prima di morire, come raccontato dalla madre, Emanuela Disaro, in una lettera alla commissione d'inchiesta britannica impegnata nelle indagini. Emanuela descrive quei momenti ricordando la paura della figlia, poi il terrore, il panico e infine la rassegnazione. La conversazione, come ricorda, è stata interrotta perché Gloria non voleva che lei sentisse le urla. Gli ultimi momenti concitati, la ricerca di una via di fuga, la richiesta di aiuto, ricorda tutto degli ultimi attimi la donna. Fino alla accettazione della realtà, e alla consapevolezza che i soccorsi non sarebbero riusciti a raggiungere i piani più alti del grattacielo.

I giovani

Gloria Trevisan, 27enne di origini padovane, e Marco Gottardi, 28enne di Santo Stino di Livenza, erano andati a lavorare a Londra e avevano trovato casa proprio al 23esimo piano della Grenfell Tower, il grattacielo completamente distrutto dalle fiamme. Oltre 70 persone hanno perso la vita in quel rogo, e la commissione d'inchiesta britannica sta tentando di ricostruire i fatti anche attraverso le testimonianze e i racconti dei parenti e i dei conoscenti delle vittime.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Una soluzione "chiavi in mano" per ricostruire casa con il superbonus 110%

  • La storia del macellaio assassino che ha dato il nome alla Riva de Biasio

  • Crescono i casi di coronavirus, i numeri di Veneto e provincia di Venezia

  • Coppia di turisti aggredita e picchiata da una baby gang a Campo Santa Margherita

  • Vishing, la truffa che "svuota" il conto corrente: tre denunce

  • Un festival del cicchetto a Mestre: «Tradizione gastronomica, offerta turistica di qualità»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeneziaToday è in caricamento