menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Musolino annuncia il via ai dragaggi manutentivi dei canali

Sono lavori necessari per garantire la navigabilità di alcuni percorsi per il trasporto merci in laguna e l'accessibilità ai porti di Venezia e Chioggia. Gli escavi dovrebbero partire a settembre

Sono iniziate, a cura dell'Autorità portuale, le attività di dragaggio e manutenzione dei grandi canali della laguna di Venezia. Gli scavi interessano alcuni percorsi cruciali per le navi, tra cui il porto di San Leonardo e il canale dei Petroli (Malamocco - Marghera), oltre ai canali portuali di Chioggia. Sono opere considerate necessarie per garantire l'accessibilità delle navi merci, e quindi l'economia legata ai porti.

Economia del territorio

«Finalmente ci siamo - ha comunicato il commissario dell'Autorità portuale, Pino Musolino - Sono partiti i dragaggi manutentivi nei porti di Venezia e Chioggia. Accessibilità nautica, sostenibilità ed economia del territorio, su questo sviluppiamo il nostro lavoro quotidiano». L'inizio delle attività, in particolare, segue un accordo raggiunto tra il porto e il provveditorato alle opere pubbliche. Per ora sono state avviate le operazioni preliminari e il porto si è detto fiducioso di cominciare con gli escavi già da settembre. Non è ancora concluso, invece, l'iter che porterà al nuovo (e atteso da tempo) protocollo fanghi, ovvero l'atto ministeriale che contiene le indicazioni sulla gestione dei fondali, dei canali, degli scavi e del conferimento dei fanghi in laguna.

Risorse per Venezia

A dare una "scossa" alle operazioni è stato anche lo stanziamento, decretato nelle scorse settimane dal ministero delle Infrastrutture, di 26 milioni di euro ai porti di Venezia e Chioggia per interventi che riguardano, appunto, le opere di escavo dei canali a quota previste dal piano regolatore portuale, con relativo conferimento dei sedimenti, oltre ad alcuni lavori da realizzare al Molo Sali di Porto Marghera. Nel frattempo si è stabilizzata anche la gestione della struttura portuale, con Pino Musolino nominato commissario dal ministro delle Infrastrutture dopo un periodo di stallo dovuto alla mancata approvazione del bilancio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento