rotate-mobile
Mercoledì, 22 Maggio 2024
Attualità Zelarino

Sportello Faro, focus su donne e lavoro

Il centro commerciale Porte di Mestre ha coordinato due giornate di conferenze e incontri formativi sul tema delle pari opportunità

Il tema "donne e lavoro" è stato al centro di due giorni di approfondimenti organizzati lo scorso fine settimana dal centro commerciale Porte di Mestre. L'iniziativa, frutto della collaborazione con le istituzioni locali e con una rosa di professioniste, rientra tra le attività del progetto "Faro", avviato un anno fa. «Il bilancio di questo primo anno di iniziative con sportello Faro è più che positivo - sottolinea Antonio Impedovo, direttore del centro commerciale - abbiamo offerto oltre 130 ore di formazione e incontri a più di 100 partecipanti dai 18 ai 62 anni. Di qui, la decisione di creare nuovi appuntamenti e dedicare ancora più attenzione alle donne, alle pari opportunità e all’empowerment femminile attraverso la testimonianza di professioniste e imprenditrici che hanno contribuito concretamente alla crescita della nostra comunità».

La due giorni si è aperta con la conferenza stampa di presentazione, al centro servizi della Città metropolitana, alla presenza di Silvia Cavallarin, consigliera metropolitana di Parità, Anna Brondino, presidente provinciale CIF, Stefano Battaggia, agente territoriale Ente nazionale per il microcredito, Elisa Cappello di Sumo cooperativa sociale e di Antonio Impedovo, direttore di Porte di Mestre. «Abbiamo colto con piacere - ha detto Cavallarin - l’occasione di questo progetto per ribadire la necessità di continuare a lavorare per contrastare la discriminazione verso le donne nei luoghi di lavoro». Dello stesso avviso Anna Brondino, che ha sottolineato come per il CIF sia «fondamentale favorire la formazione delle persone nell'ottica del bene comune: "Faro donne al lavoro" lo fa in maniera innovativa, andando ad intercettare le donne in luoghi diversi rispetto a quelli in cui solitamente si organizzano incontri di questo tipo come può essere, appunto, la galleria di un centro commerciale. A Porte di Mestre, quindi, va il nostro ringraziamento per questa iniziativa e per la sensibilità che dimostra nei temi di genere». Battaggia, infine, ha sottolineato l’importanza che questa iniziativa riveste per promuovere strumenti atti a favorire le competenze necessarie all’avvio di impresa, quali i corsi gratuiti online ‘Yes I Start up’, propedeutici alla richiesta di finanziamento senza garanzia e a tasso zero ‘Selfiemployment’ di Invitalia. «La parità di genere e la realizzazione professionale passano anche attraverso la finanza agevolata e il tutoraggio -  ha affermato l’esperto di microcredito».

Sempre venerdì, nello spazio fronte Unieuro del cenro commerciale, si è svolto l’incontro “Donne per le Donne” con gli interventi di formatori ed imprenditrici che hanno raccontato le proprie esperienze fornendo consigli utili sul mondo dell’imprenditoria femminile. Interventi a cura di Giulia Mastropirro, esperta di formazione, e una rappresentanza di imprenditrici venete con la presidente Giorgia Bonotto e le collaboratrici Antonietta Verducci, Angela Bisello e Monica Brugnera. Conclusione sabato mattina, alle 10.30, con l'incontro dal titolo “Donne che cercano lavoro – Tips & Tricks”: suggerimenti e consigli per muoversi nel miglior modo nel mondo del lavoro. Durante tutte le iniziative era disponibile un servizio di babysitting offerto alle mamme che hanno partecipato agli incontri.

Il progetto è stato pensato per dare un contributo nell'azione di riduzione del gender gap nel mercato del lavoro, obiettivo ribadito anche nell'ambito del Pnrr e che è oggetto di una strategia nazionale volta a garantire la parità di genere nel quinquennio 2021-2026. Per ulteriori informazioni e approfondimenti consultare il sito www.portedimestre.it nella sezione “Progetto FARO” o i canali social del centro commerciale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sportello Faro, focus su donne e lavoro

VeneziaToday è in caricamento