InMarcia per la pace 2018 pace è (e) giustizia

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di VeneziaToday

Riceviamo e pubblichiamo:

"COME SARA’ L’ITALIA? FERMEREMO LA GUERRA? E I DIRITTI DI TUTTI? InMARCIA, COSTRUTTORI DI PACE!

Anche quest’anno, sabato 5 maggio 2018, sentiamo il dovere di essere inMARCIA PER LA PACE, per mostrare il volto di un Paese che nell’accoglienza, nella pace e nei diritti di tutti scommette ancora il suo futuro. Siamo semplici cittadini, gruppi e associazioni della società civile che non si rassegnano all’assordante silenzio degli indifferenti. Se rimaniamo conniventi con questa “terza guerra a pezzi” allarghiamo le ingiustizie sociali tra i poveri e i sempre più ricchi, i garantiti, i precari esistenziali.

Combattere la solidarietà verso chi viene da lontano non la rafforza tra i «nativi», ma distrugge anche quella: promuove sospetto, invidia, insensibilità per le sofferenze altrui, crudeltà. E affida «pieni poteri» a chi non cerca solo di reprimere e tener lontane le persone sgradite, ma anche giudica sgradite tutte quelle che non obbediscono. La società che respinge e perseguita gli stranieri non può che essere autoritaria, intollerante, violenta. Per questo, con la nostra ostinata apertura all’altro, ci mettiamo inMARCIA.

“L’Italia ripudia la guerra” e le avventure senza ritorno a cui non abbiamo saputo sottrarci hanno fatto deserto di interi Paesi. L’ennesima guerra scellerata andrà ad aggiungersi ad un conflitto armato in Siria che finora ha fatto 400mila vittime e milioni di profughi. Per questo, con le bandiere della pace vogliamo attraversare la nostra città di Mestre, sabato 5 maggio, e ripetere “NOT IN MY NAME”!

Sabato 5 maggio Alle 16.00 in Via Piave 67, abbiamo chiesto ad Amnesty International di offrire alla città una lettura senza veli delle atrocità commesse in Libia contro i migranti, tristemente sostenute dal nostro governo. Alle 18,30 inMARCIA per la PACE lungo i marciapiedi uniti gli uni agli altri come attraverso una corda come segno di unione dell’umanità che solo unita e solidale può permettersi di affrontare il futuro Alle 19.00 in piazzale Candiani “Voci di Pace” 4 cori (Coro Voci dal Mondo, Coro degli Imperfetti, Piccolo Coro di Marghera, Coro Soul Liberation Cultural Gospel) ed il duo delle Storie Sorte completeranno la giornata.

A tutti chiediamo di unire i loro passi al nostro cammino per uno slancio di solidarietà verso tutti gli esclusi, gli scartati e i senza futuro, in particolare i profughi che arrivano nella nostra città. Ci mettiamo inMARCIA per le strade di Mestre e davanti a noi ci sarà Martin Luther King, che cinquant’anni fa guidava con la nonviolenza una città impaurita verso la liberazione e la pace sociale: “Non possiamo camminare da soli. E mentre avanziamo, dovremo impegnarci a marciare per sempre in avanti. Non possiamo tornare indietro. Ci sono quelli che chiedono a coloro che reclamano i diritti civili: “Quando vi riterrete soddisfatti?” Non saremo mai soddisfatti finché il nero sarà vittima degli indicibili orrori a cui viene sottoposto. No, non siamo ancora soddisfatti, e non lo saremo finché la giustizia non scorrerà come l'acqua e il diritto come un fiume possente!” (Martin Luther King, Washington, 28 agosto 1963).

Promuovono l’iniziativa: ANPI Mestre, Coro degli Imperfetti Piccolo Coro di Marghera Coop. El Fontego Coop. Sociale Gea UNITALSI Venezia Emergency Venezia Emergency del Miranese Associazione Il Granello di Senape Associazione Agape Coro Soul Liberation Cultural Gospel Movimento dei Focolari Presidio di Libera Venezia Associazione Esodo Agesci Punto Pace Pax Christi MagVenezia Gruppo Di Lavoro Via Piave MIR Padova Ecoistituto del Veneto Amnesty internatiional gruppo di Mestre Coro Voci dal Mondo Comunità di S.Egidio ASSOCIAZIONE AMICI DELLE ARTI di MESTRE e della TERRAFERMA GIT Banca Etica Venezia Associazione Libera del Miranese Storie Storte Slow Food Mestre Terraferma veneziana Gruppo di Taizè Movimento Nonviolento SAE Venezia ACLI Venezia CGIL Venezia Il Ponte: Tavolo per la pace e la nonviolenza Spinea Centro per la Pace e la Legalità "Sonja Slavik".

Per informazioni: info@inmarciaperlapace.it 3286338340 Segreteria inMARCIA per la PACE Bernardino Mason"

Torna su
VeneziaToday è in caricamento