Istituto Da Vinci Portogruaro - indirizzo Cat vincitori del concorso #futurigeometri2020

Gli studenti del corso di Costruzione Ambiente e Territorio (anno scolastico 2019/2020) si sono posizionati al primo posto su oltre 70 scuole partecipanti da tutta Italia

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di VeneziaToday

Vincitori dell’ottava edizione del concorso a livello nazionale sono stati gli studenti della cl. 3^E e 4^E (a.s. 2019/2020) frequentanti l'indirizzo Costruzione Ambiente e Territorio dell'ISIS L. Da Vinci di Portogruaro, arrivati primi su oltre 70 istituti tecnici partecipanti al concorso #FuturiGeometri2020. Il bando di concorso è stato organizzato dall'associazione FIABA Onlus con la collaborazione del Ministero dell'Istruzione, di Cassa Geometri e UNI, Ente Italiano di Normazione e Consiglio Nazionale Geometri.

Nonostante le difficoltà oggettive del difficile anno appena trascorso, gli studenti degli istituti tecnici Costruzioni, Ambiente e Territorio di tutta Italia, si sono confrontati sulle sfide dell’accessibilità architettonica abbattendo persino la barriera del lockdown! Sul tema dell’abbattimento delle barriere architettoniche per la fruizione e l’accessibilità, l’istituto di Portogruaro si è piazzato con un punteggio di 99/100, riguardanti la categoria “edifici pubblici e scolastici”. Il progetto dell’ISIS di Portogruaro si è spinto ben oltre, ripensando non solo all’abbattimento delle barriere architettoniche, ma ad un vero progetto organico funzionale sulla riqualificazione architettonica e ambientale di alcuni spazi interni alla scuola e di sua pertinenza.

Di passaggio va ricordato che l’edificio, disegnato dall’architetto Romano Chirivi, ha un impianto “razionalista” con echi orientali che si ritrovano anche nei lavori paradigmatici di Carlo Scarpa. Il fulcro di partenza del progetto di ristrutturazione, oggi premiato, consiste in una proposta di riqualificazione della corte interna alla scuola, che trova ampio respiro in un futuro progetto multidisciplinare più ampio riguardante l’intera area scolastica e le zone urbane interconnesse.

Gli allievi dell’ITIS guidati dai docenti del corso CAT (Walter Seminara , Marco Marangoni, Mauro Bozzato, Bruno Costa e Stefano Verona) hanno trovato deciso sostegno nella dirigente prof.ssa Anna Maria Zago, attenta ad attività didattiche che pongano al centro lo studente e valorizzino la scuola in rapporto al territorio. La collaborazione tra docenti e il dialogo pedagogico hanno così attivato una vera e propria task forse che ha coinvolto in modo trasversale e multidisciplinare alcuni dipartimenti dell’Istituto, tra cui edilizia, agraria, meccanica ed elettrotecnica. E da ultimo, proprio la interdisciplinarietà si è dimostrata strategica in un progetto che ha indicato agli studenti come solo attraverso una visione complessiva del rapporto tra uomo e spazio socio-ambientale, si dia una cultura autentica del costruire.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeneziaToday è in caricamento