In corso le verifiche dell'Ulss 3 sulle case di riposo: parte il piano tamponi

Anche le case di riposo, con i loro ospiti e con gli operatori, sono già entrate nel vasto piano tamponi regionale. Due contagi a Zelarino

Anche le case di riposo, con i loro ospiti e con gli operatori, sono già entrate nel piano tamponi dell'Ulss 3. Gli operatori dell'assistenza domiciliare, coordinati dall'Unità di Crisi aziendale, sono stati oggi nella Casa di Riposo "Vittorio Allegri" di Salzano, dove sono stati sottoposti a tampone tutti gli 86 ospiti, insieme a 25 operatori della struttura. Nella stessa giornata di oggi, l'intervento dell'Ulss 3 Serenissima ha riguardato poi l'"Ipab Casson": il tampone di verifica è stato somministrato a 221 persone, 170 ospiti e 51 operatori della struttura. Già programmato poi il completamento della verifica sulla Casa di Riposo "Adele Zara" di Mira, dove già nei giorni scorsi, a seguito dell'evidenziarsi di un caso, erano stati eseguiti 130 tamponi; mentre un'indagine epidemiologica completa, di concerto con il medico competente della struttura, era già stata svolta a Quarto d'Altino, nella struttura "Anni Azzurri", a seguito del decesso di un ospite positivo al Coronavirus.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le misure

«Prosegue senza soluzione di continuità l'azione di verifica che l'Ulss 3 Serenissima - sottolinea il Direttore Generale Giuseppe Dal Ben - sta svolgendo nel territorio. Le case di riposo sono il secondo nodo di una rete di protezione stesa sui soggetti deboli, gli anziani, ma anche sugli operatori che agli anziani prestano la loro assistenza. Questi operatori sanitari sottoposti a tampone nelle strutture per anziani si sommano così agli altri operatori sanitari, medici di famiglia e di continuità assistenziale, pediatri, farmacisti e operatori delle parafarmacie e delle Medicine di Gruppo, che l'Ulss 3 Serenissima ha invitato agli esami di accertamento sul Covid-19 nei giorni scorsi»: ai circa 1300 gli operatori sanitari "tamponati" dalla task-force dell'Ulss 3 Serenissima nei giorni scorsi, si aggiungono così gli operatori che svolgono la loro assistenza nelle case di riposo, fronte particolarmente delicato per la presenza di molte persone anziane. Nella giornata di domani, le verifiche dell'Azienda sanitaria riguarderanno Casa "Nazareth" di Zelarino: in questa struttura, dopo i due casi di positività accertati nei giorni scorsi e dopo l'indagine epidemiologica svolta a seguito dell'evidenziarsi degli stessi, i tamponi vengono somministrati a tutti i "contatti", operatori e ospiti, così da evidenziare eventuali nuove positività e circoscrivere l'episodio. Sempre nei prossimi giorni, infine, gli operatori dell'Ulss 3 Serenissima porteranno la loro azione di verifica, con i tamponi a tutti i soggetti coinvolti nell'indagine epidemiologica, in un altro istituto in cui si è evidenziata una positività: si tratta della Casa di Riposo "Residenza della Salute" di Fiesso d'Artico.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuova ordinanza in Veneto: la mascherina non sarà più sempre obbligatoria

  • Dagli scavi in A4 è emersa un’imponente struttura di epoca romana

  • Bacaro chiuso 5 giorni per violazione delle norme anti-Covid

  • In arrivo forti rovesci e grandinate

  • Un etto di cocaina e 15 mila euro in contanti: 4 arresti

  • Incendio ad un'azienda agricola in Riviera

Torna su
VeneziaToday è in caricamento