L'Academy Marco Polo prepara i lavoratori portuali del futuro: iscrizioni aperte

Venti posizioni (tecnici della logistica e macchinisti) disponibili per i corsi post-diploma che, assicura l'istituto, garantiscono occupazione a oltre il 90% degli iscritti entro un anno dalla fine degli studi

Sono 20 le posizioni aperte per ciascun indirizzo del biennio 2018/2020 dell’ITS Academy Marco Polo, polo di formazione veneziano dedicato ai diplomati che intendono specializzarsi nel settore della logistica e a coloro che intendono conseguire l’abilitazione di macchinista. Le iscrizioni si chiudono il 15 settembre 2018. L'istituto nasce nel 2015 per offrire una formazione logistica di eccellenza e ha sede a Santa Marta, Venezia, accanto alla sede dell’Autorità di sistema portuale. La Fondazione Marco Polo è partecipata da 18 soggetti, capofila l’IIS Luzzatti di Mestre, comprendenti imprese, università (Iuav), associazioni di categoria ed enti pubblici.

Formazione specialistica

Gli studenti, che portano a termine i corsi biennali in logistica della Fondazione e i due tirocini aziendali previsti, possono operare con efficienza in un terminal portuale, gestire trasporti internazionali e coordinare attività logistiche di magazzino. Oltre il 90% dei diplomati risulta occupato e il dato arriva fino al 100% per i diplomati macchinisti. Novità importante per il prossimo biennio: un bando INPS mette in palio 300 borse di studio dell’importo di 4 mila euro per gli studenti fuori sede.

Percorso di eccellenza

Per Elena Donazzan, assessore regionale all'Istruzione, questo tipo di percorso rappresenta «un’efficace alternativa agli studi universitari e garantisce un rapido ingresso nel mondo del lavoro». Aggiunge il presidente del Marco Polo, Damaso Zanardo: «Grazie a questa scuola, integrata da due periodi di tirocini, ora possiamo plasmare i giovani, che ci arrivano già dotati di una base teorica, sulle nostre effettive esigenze». Soddisfatto anche il presidente dell'Autorità portuale, Pino Musolino: «I ragazzi del Marco Polo hanno la possibilità di vivere in prima persona il lavoro degli operatori portuali veneziani, beneficiando delle competenze di altissimo livello delle nostre aziende. È un’occasione che permetterà loro di crescere professionalmente e di confrontarsi con il mondo dello shipping a livello internazionale, portando nel porto di Venezia innovazioni, idee e buone pratiche».

Potrebbe interessarti

  • Zenzero: è davvero un alleato per la nostra salute?

  • Temporali estivi: come proteggersi per evitare rischi

  • Festa del Redentore: i migliori punti da cui ammirare i fuochi

  • Forfora: da cosa è causata e come si combatte

I più letti della settimana

  • Auto contro un platano, morto un 28enne

  • La tragedia di Jesolo: quattro giovani vite spezzate, indagini su un presunto speronatore

  • Quattro giovani hanno perso la vita in un gravissimo incidente a Jesolo

  • I funerali di Eleonora, Leonardo, Riccardo e Giovanni allo stadio di Musile

  • Grandine come palline da ping pong, attimi di preoccupazione

  • Il papà di Giorgia, unica superstite nello schianto di Jesolo: «Come aver perso figli miei»

Torna su
VeneziaToday è in caricamento