Attualità Piazza Giuseppe Mazzini

Jesolo Sand Nativity: la generosità dei visitatori diventa dono per 7 progetti benefici

Consegnati martedì in municipio gli assegni ai referenti dei vari programmi, per l'Italia e l'estero, sostenuti in questa edizione dell'evento dall’amministrazione comunale

Jesolo Sand Nativity sarà ricordata certamente per il record di 131.853 presenze registrate in piazza Marconi, nel periodo di apertura della mostra, tra l’8 dicembre 2017 e l’11 febbraio. Raccolti 32.145,66 euro, grazie alla generosità delle persone, soldi che andranno a finanziare 7 progetti benefici sia in Italia che in altri paesi nel mondo, e che si aggiungono agli oltre 730 mila euro donati dal 2004 ad oggi.

Solidarietà

Il conteggio complessivo di questi primi 16 anni del presepe di sabbia, sale a quota 1.439.219 visitatori. “I risultati sempre positivi che Jesolo Sand Nativity registra, di anno in anno, sono la riprova della bontà di questa iniziativa, cominciata ormai 16 anni fa e che oggi si è consolidata come il principale e più apprezzato appuntamento della stagione invernale jesolana - ha affermato il sindaco di Jesolo, Valerio Zoggia -. Un progetto che ci rende orgogliosi come città, anche e proprio per il suo impegno a favore della solidarietà e della beneficenza. Il presepe di sabbia di Jesolo negli anni è diventato un modo per dare un aiuto concreto a tante persone, in diversi paesi del mondo, ma anche qui in Italia, che vivono situazioni di difficoltà. Un’opportunità per essere presenti e compiere un gesto che, per chi ha poco, può valere molto”.

Assegni

Nella mattinata di martedì nella sala Rappresentanza del Municipio di Jesolo sono stati consegnati gli assegni ai referenti dei vari progetti sostenuti in questa edizione dall’amministrazione comunale. Di seguito, l’elenco dettagliato degli importi e la loro destinazione. In fotografia da sinistra: Devis Rampazzo per il "Gruppo Bedanda" Onlus, Federica Bitiante, per "No Indifference” Onlus, Valerio Zoggia, sindaco di Jesolo, Stefano Tigani per Telethon, Silvana Cancian per Lilt, Esterina Idra, assessore allo Sport, don Diego Spadotto per l’istituto Cavanis, Alessandro Perazzolo, assessore al Commercio, e Franca Santin per Avo.


 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Jesolo Sand Nativity: la generosità dei visitatori diventa dono per 7 progetti benefici

VeneziaToday è in caricamento