rotate-mobile

La grande mostra che porta Kandinsky e le avanguardie al Candiani di Mestre | VIDEO

La mostra, dal titolo “Kandinsky e le Avanguardie. Punto, linea e superficie”, è un progetto originale di MUVE che attinge l’intero contenuto della ricchissima esposizione dalle proprie Collezioni. Sarà aperta al pubblico dal 30 settembre al 21 febbraio

In mostra al Candiani di Mestre i capolavori di Wassily Kandinsky, padre fondatore dell'astrattismo nella pittura moderna: potranno essere ammirati gratuitamente dal 30 settembre al 21 febbraio.

Si tratta di una raffinata selezione di opere del Novecento pervenute Cà Pesaro - Galleria Internazionale d’Arte Moderna per volontà di grandi collezionisti oppure acquisite dal Comune di Venezia in occasioni di Biennali o, ancora, destinati all'istituzione veneziana.

Curata da Elisabetta Barisoni, già responsabile di Ca' Pesaro, la mostra Kandinsky e le avanguardie. Punto, linea e superficie, raccoglie diverse opere grafiche che il maestro russo realizza  – con tecniche differenti – nel 1922, quando insegna presso l’importante officina creativa rappresentata dalla scuola del Bauhaus.

L'esposizione inoltre si articola in due ulteriori sezioni, una dedicata alle “avanguardie tra astrazione e Surrealismo” – che presenta alcuni lavori di Enrico Prampolini, Luigi Veronesi, Joan Miró, Antoni Tàpies, Yves Tanguy, Victor Brauner e Jean Arp – e una terza che esplora l“Astrazione del secondo dopoguerra” attraverso le opere di Nicholson e i movimenti artistici lontani nel tempo e nello spazio, con uno sguardo trasversale e parallelo nel secondo dopoguerra.

Si parla di
Sullo stesso argomento

Video popolari

La grande mostra che porta Kandinsky e le avanguardie al Candiani di Mestre | VIDEO

VeneziaToday è in caricamento