Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Prime lauree discusse online allo Iusve | VIDEO

Lo svolgimento delle lezioni e la discussione di laurea online: i metodi impiegati dall'università per permettere la continuità della didattica anche durante le restrizioni legate al coronavirus

 

Nonostante il momento delicato, l'istruzione e la didattica veneziana proseguono, con metodi differenti, per permettere comunque agli studenti il conseguimento del titolo di laurea e la partecipazione alle lezioni. È il caso di IUSVE, l’università Salesiana di Venezia e Verona, che ha attivato da oggi la possibilità di esporre la tesi di laurea da casa per tutti gli studenti che ne avevano in programma la discussione in questi giorni.

In totale sono stati 15 i laureandi che hanno discusso nella prima giornata di proclamazione. Più precisamente sono stati 6 di Comunicazione a Verona, 5 di Comunicazione a Venezia, 4 di Pedagogia a Venezia. Il corso veneziano di Psicologia comincerà invece mercoledì 11 marzo.

I primi due studenti ad aver inaugurato questo sistema di discussione online sono stati Marco De Luca, con una tesi in Comunicazione, ed Elena Rech, con un elaborato finale di Pedagogia.

Si tratta quindi di «un primo passo per non bloccare un momento importante per i nostri studenti.» afferma Nicola Giacopini, direttore IUSVE.

E il supporto dato on line agli studenti IUSVE non vale solo per le tesi. Da inizio settimana - cioè da lunedì 9 marzo - le lezioni sono in streaming su Google Meet. «Gli studenti si collegano a Sirius come sono abituati a fare normalmente all’ora di lezione prevista. - spiega Luca Chiavegato, responsabile tecnico del live streaming - Dopodiché il corso viene fatto in diretta con Google Meet. Grazie a questo strumento gli studenti interagiscono col docente direttamente sulla chat. Il docente può fare domande, discutere coi ragazzi ma anche assegnare compiti o attività da svolgere per casa».

Le lezioni, al termine delle quali è possibile sottoporre ai ragazzi un questionario, possono essere registrate. 

Una procedura semplice che però non tutti i docenti conoscono. È per questo, infatti che sono stati attivati 3 volte a settimana gli "aperitivi digitali": uno spazio di discussione e formazione online per tutti i docenti interessati in cui si possono discutere problematiche pratiche ma anche ipotizzare percorsi diversi dal solito per la didattica. 

«Nonostante la complessità e la difficoltà della situazione - afferma sempre Giacopini - con grande soddisfazione e riconoscenza verso il lavoro generoso e professionale di docenti, personale di segreteria e tecnico, lo IUSVE continua la sua mission accademica a beneficio di studenti e famiglie. I novelli laureati si sono dimostrati all’altezza della situazione e tutti gli studenti hanno dimostrato grande serietà, dedizione e spirito positivo. È un segno di grande speranza per tutti». 

Potrebbe Interessarti

Torna su
VeneziaToday è in caricamento