Domenica, 17 Ottobre 2021
Attualità

Venezia, servizio idrico integrato: al via interventi per 66 milioni di euro

Il sindaco, Luigi Brugnaro: «Sbloccata una situazione ferma da tempo»

La giunta di Venezia ha approvato l’accordo di programma per la realizzazione di 16 interventi di miglioramento del servizio idrico integrato che regola gli impegni e le attività del ministero della Transizione Ecologica, Egato - Consiglio di Bacino Laguna di Venezia e Comune di Venezia - per il raggiungimento degli obiettivi di tutela del territorio e delle acque e messa in sicurezza idraulica. L'accordo individua il Comune di Venezia quale amministrazione beneficiaria dei 66,3 milioni di euro stanziati e inseriti nel piano operativo ambiente.

«Grazie al ministro Roberto Cingolani – commenta il sindaco Luigi Brugnaro - che ha sbloccato una situazione ferma da tempo consentendo a Venezia di poter usufruire di importanti risorse che le consentiranno di avviare interventi fondamentali per una gestione programmata e previdente del sistema idrico della città. Avremo così la possibilità di estendere, ripristinare e fare la manutenzione delle reti fognarie esistenti e potremo realizzare importanti opere come la vasca di accumulo delle acque meteoriche a Carpenedo-Bissuola che assieme a quella che stiamo realizzando in via Torino completerà un importante progetto di salvaguardia per la terraferma veneziana».

Verrà adeguato inoltre l’importante impianto del depuratore di Fusina nell’ottica di poter far convergere lì i nuovi collegamenti fognari che saranno realizzati, sempre grazie a questi interventi, tra Sant’Elena, il Lido e Malamocco, fino ad arrivare ai fondamentali interventi di pulizia dei rii, dei gatoli e delle condotte nel centro di Venezia e al sulle reti fognarie e acquedottistiche già esistenti. «Tutti interventi che dovremo appaltare entro la fine del prossimo anno e che consentiranno di mettere mano a elementi idrici che, in alcuni casi, hanno più di un secolo - aggiunge Brugnaro -. Una chiara ottica di prevenzione e salvaguardia, ma soprattutto un segnale concreto alla cittadinanza per garantire quell’efficienza e quella lungimiranza per evitare disservizi ed assicurare risparmi nelle tariffe all’utenza. Venezia ha da sempre uno stretto legame con l'acqua e ha sempre dimostrato di saperne convivere gestendola».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Venezia, servizio idrico integrato: al via interventi per 66 milioni di euro

VeneziaToday è in caricamento