Attualità

Università di Ca' Foscari: ritorno in presenza con il green pass

Le lezioni cominceranno il 6 settembre per le aree linguistiche e il 13 settembre per tutte le altre. Anche le sessioni d’esame torneranno a svolgersi in presenza. Controlli a campione per verificare il possesso della certificazione verde

L’Università Ca’ Foscari, con i suoi 23 mila studenti, è pronta a iniziare il nuovo anno accademico 2021/22 riprendendo l’attività didattica in presenza. Le lezioni cominceranno il 6 settembre per le aree linguistiche e il 13 settembre per tutte le altre aree (umanistica, economica, scientifica) dell’Ateneo. Lezioni e laboratori torneranno a svolgersi nelle aule, nelle consuete modalità, garantendo così l’indispensabile interazione fra docenti e studenti. Anche le sessioni d’esame torneranno a svolgersi in presenza. «Le nostre sedi riprenderanno ad accogliere docenti, studentesse e studenti - afferma la rettrice Tiziana Lippiello -. Torneremo a condividere momenti di scambio, dialogo e socialità, finalmente di persona: certo, osservando rispettosamente tutte le disposizioni di sicurezza necessarie, ma riappropriandoci nuovamente del senso più profondo del nostro essere una Università: una comunità accademica che si nutre della condivisione e del confronto d'idee, di cui la didattica in presenza costituisce una risorsa essenziale».

Oltre all’obbligo di indossare la mascherina, dal 10 settembre per accedere alle aule, alle biblioteche, alle sedute d’esame sarà necessario possedere una certificazione verde Covid in corso di validità (“green pass”). Inoltre, secondo quanto è previsto dalle indicazioni ministeriali, l’Ateneo effettuerà controlli a campione per verificare il possesso della certificazione verde. L’accesso alle aule sarà regolato mediante un sistema di prenotazione, attraverso l’app MyUnive. Chi non riuscisse ad accedere in aula potrà comunque seguire la lezione in diretta streaming. «Diamo così la possibilità agli studenti che ancora non possiedono il green pass di poterlo ottenere e di potersi vaccinare - aggiunge Lippiello - rinnovo anzi l’invito a tutti i nostri studenti a vaccinarsi, a tutela della salute propria e di tutta la collettività». 

Per alcune categorie di studenti specifiche e certificate sono stati inoltre previsti servizi appositi, per l’intera durata del processo formativo, favorendo così l’inclusione e l’estensione della platea di studenti anche al di là dell’emergenza sanitaria: studenti lavoratori, studenti impegnati nell’assistenza di familiari non autosufficienti, studenti fragili (impossibilitati a seguire le lezioni in presenza per patologie gravi o per immunodepressione certificata), studenti iscritti a corsi di studio di livello universitario, afferenti a istituti universitari, equiparati o di istruzione superiore, per i quali la norma consenta la contemporanea iscrizione, studenti atleti, studenti con disabilità e Dsa potranno dunque beneficiare di servizi personalizzati. Dal 10 settembre anche tutto il personale universitario, sia docente che tecnico amministrativo, dovrà essere in possesso di una certificazione verde in corso di validità, che all’occorrenza sarà tenuto a esibire.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Università di Ca' Foscari: ritorno in presenza con il green pass

VeneziaToday è in caricamento