Attualità

Venezia celebra la Madonna della Salute

Nonostante la pandemia, i cittadini uniti per celebrare la ricorrenza

E' stata una Festa della Madonna della Salute quella di quest'anno che, causa pandemia, non ha visto il tradizionale ponte votivo e la folla di fedeli in Basilica. Il significato religioso della ricorrenza, però, è rimasto intatto. «La pandemia da Covid-19 ha travolto le nostre vite a livello familiare, economico e sociale e la stessa celebrazione di questa festa ne è condizionata -  ha sottolineato il patriarca Francesco Moraglia nella sua omelia - Ciò ci fa tornare all'essenziale, alle motivazioni iniziali di queste celebrazioni».

Le parole del Patriarca

Il patriarca ha deciso di raggiungere la Basilica della Salute in gondola: «Vedo nella fatica dei gondolieri la fatica di tutte le famiglie - ha spiegato - degli operai, degli artigiani, delle piccole e medie imprese, senza tralasciare i liberi professionisti e il mondo variegato delle partite Iva. Affidiamo alla Madonna - ha concluso - la nostra richiesta di salute e salvezza per tutti malati di Covid e non solo, per gli anziani, per chi è in ospedale, nelle carceri, per chi è segnato dalla pandemia, come per i medici e per gli operatori della sanità, oltre che per chi rappresenta le istituzioni pubbliche in questo momento».  Al termine della cerimonia, per la prima volta, Moraglia ha raggiunto il sagrato della Basilica proferendo una benedizione con annessa indulgenza plenaria.

Alla celebrazione era presente anche il sindaco di Venezia, Luigi Brugnaro. «Venezia sta male - ha detto - Venezia rappresenta ciò che sta succedendo al mondo intero. Forse si rivisiterà qualcosa nella struttura dello Stato e, spero, forse si imparerà qualcosa da questa tragedia, soprattutto che i cittadini di buona volontà, e ce ne sono tanti, devono poter contare di più. Deve essere ascoltata la loro voce, con rispetto reciproco».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Venezia celebra la Madonna della Salute

VeneziaToday è in caricamento