Attualità

Alla Motorizzazione «personale dimezzato, situazione ingestibile»

Le rappresentanze sindacali denunciano la carenza d'organico fino al 50 per cento, che causerebbe ritardi nelle pratiche

«Con il personale che cala, l'arretrato aumenta, crescono i malumori e le proteste degli utenti verso i dipendenti. Ormai, la situazione all'interno della Motorizzazione Civile di Venezia sta diventando ingestibile». A denunciarlo, Franca Vanto, (Cgil), Giuseppe Noè (Cisl) e Massimo Zanetti (Uil), spiegando che la struttura negli ultimi tre anni ha visto il personale calare fino al 50 per cento. 

Allo stato attuale, secondo le rappresentanze sindacali, «non si intravedono ulteriori iniziative per cercare di ridurre i ritardi nell’erogazione dei servizi, neppure l’unica soluzione logica: un piano straordinario di assunzioni». L'ipotesi di un turn over al cento per cento sarebbe efficace, secondo i sindacati, solo se fosse retroattivo di alcuni anni. Attualmente sono meno di 30 i dipendenti della Motorizzazione Civile di Venezia che, oltre alle attività ordinarie d'ufficio, garantiscono anche i servizi esterni come le ispezioni, i titoli professionali, i collaudi e gli esami patenti, che nel 2019 sono stati 23mila. 

«Tutto grazie all'impegno e alla disponibilità in orario straordinario - concludono i sindacati -. A tutela dei lavoratori comunichiamo che, nonostante il grande senso di responsabilità sinora dimostrato, difficilmente sarà possibile tenere ancora in equilibrio questa disastrosa situazione e che gli ulteriori aggravamenti non dovranno essere imputati al personale rimasto».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alla Motorizzazione «personale dimezzato, situazione ingestibile»

VeneziaToday è in caricamento