rotate-mobile
Attualità

In 400 a manifestare a sostegno dei lavoratori della cultura e dello spettacolo

La manifestazione sabato pomeriggio nel piazzale della stazione ferroviaria di Venezia

"Con la cultura non si mangia? La cultura è lavoro, e con cultura si deve poter mangiare. Stabilmente, con professionalità riconosciuta e diritti certi". Circa quattrocento persone, sabato pomeriggio, hanno partecipato alla manifestazione che si è tenuta nel piazzale della stazione di Venezia Santa Lucia a sostegno dei lavoratori del mondo della cultura e dello spettacolo organizzata da "Maestranze dello spettacolo". 

"Siamo le lavoratrici e i lavoratori della cultura, dello spettacolo e dei beni culturali. Siamo, oggi, quasi un milione e mezzo di persone, oltre il 6 per cento del «lavoro vivo» in questo Paese - hanno spiegato gli organizzatori -. In Veneto esistono tantissimi artisti e maestranze della cultura e dello spettacolo dimenticati, lasciate soli e in attesa di una vera ripartenza, ancora lontana a vedersi. Lavoratori e lavoratrici di un settore troppo spesso considerato meno rilevante in termini economici».

I manifestanti hanno alzato la voce per la sofferenza dell'intero settore e per la mancanza di tutele nell'affrontare la fase 2 dell'emergenza Coronavirus. "Siamo stati dimenticati - hanno detto -. Vogliamo tornare a lavorare. Abbiamo chiesto formalmente ed ora pretendiamo degli incontri con il Governo, la Regione e l'Inps per affrontare tutte le contraddizioni e i problemi che si sono accumulati". 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In 400 a manifestare a sostegno dei lavoratori della cultura e dello spettacolo

VeneziaToday è in caricamento