Tappa ad Assisi per Manuel Giuge: al giro di boa il suo viaggio Venezia-Roma in carrozzina

In questi primi sei giorni di viaggio Manuel è stato sostenuto anche da sportivi come Simone Ranzato, due volte pallone d’oro di kockey in carrozzina. Prossima tappa Spoleto

Il viaggio da Venezia a Roma di Manuel Giuge, il giovane affetto da distrofia dei cingoli, a bordo della sua carrozzina dotata di "Klaxon klick" (una ruota alimentata da batteria elettrica che si applica alle sedie rotelle manuali), con l’assistenza garantita da Aci, Ac Venezia e Aci Global, è giunto al giro di boa.

Il percorso

Dopo 550 chilometri già percorsi, sostenuto da un tifo sorprendente, lo sportivo della squadra di hockey, Black Lions Venezia, è stato salutato alla sua partenza da Assisi dal sindaco Stefania Proietti e dal vicesindaco Valter Stoppini. In questi primi sei giorni di viaggio Manuel è stato sostenuto da un tifo spontaneo, fatto di gente comune e di sportivi (compreso Simone Ranzato, due volte pallone d’oro di kockey in carrozzina). Tra le sorprese del viaggio l’incontro a Fano con famiglia Lovigi che ha deciso di festeggiare il compleanno del piccolo Filippo facendo un pezzo di strada insieme a Manuel, che durante la tappa aveva condiviso una parte di percorso rincorrendo una lepre.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il supporto

«Tutto il supporto che sto ricevendo per strada sui social e con messaggi e telefonate privati - confessa Manuel - mi da una forza incredibile anche se ora sto attraversando il momento più duro del mio viaggio. E’ un’energia positiva, bellissima, che insieme alla “missione” che mi sono dato cancella ogni fatica: la mia seconda famiglia, la mia squadra, i Black Lions Venezia della Polisportiva Terraglio mi hanno affidato un ruolo delicato in cui credo molto, quello di Ambasciatore del messaggio inclusivo che lo sport può rappresentare, e dell’importanza di integrare sport e attività motoria nei L.E.A. della presa in carico sanitaria di una persona con disabilità». Il viaggio verso Roma, dove lo attendono le autorità, prosegue. Prossima tappa: Spoleto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cosa succede al corpo se si eliminano i carboidrati?

  • Elezioni comunali Venezia 2020: liste, simboli e candidati

  • Vittoria di Brugnaro, sarà sindaco di Venezia per altri cinque anni

  • Elezioni 2020: Zaia storico sfiora il 77%, la sua civica al 44,63%

  • Sei comuni rinnovano il sindaco e il Consiglio: i risultati

  • Schianto in macchina nella notte, morto un ragazzo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeneziaToday è in caricamento