Due milioni di euro dalla giunta per le sedi comunali e gli impianti sportivi

Lavori di manutenzione, restauro e messa a norma. Zaccariotto: «Venezia ha bisogno di continui interventi affinché le future generazioni ne possano godere la bellezza e il fascino»

Ca' Farsetti, archivio

La giunta Brugnaro ha approvato due delibere per i lavori di manutenzione, restauro e messa a norma delle sedi comunali e dell'edilizia sportiva nel centro storico e nelle isole di Venezia con interventi per un investimento di quasi 2 milioni di euro. 

Sedi comunali

Con la prima delibera è stato approvato il progetto definitivo degli interventi di restauro e adeguamento nelle sedi comunali del centro storico e delle isole. Un investimento pari a 1,1 milioni di euro che prevede ad esempio il rifacimento di una parte della copertura della sede del Municipio di Venezia a Ca’ Farsetti - Ca’ Loredan, la sistemazione dei serramenti, delle porte interne e altre manutenzioni al comando della polizia locale del Tronchetto, un intervento per sistemare le infiltrazioni, il distacco di intonaco e la rete fognaria al palazzo del Cinema del Lido, manutenzioni varie al complesso di Santa Maria Ausiliatrice a Castello e alcune opere di difesa dall'acqua alta con nuove paratie.

Impianti per lo sport

Con la seconda delibera, invece, viene approvato il progetto definitivo comprensivo del progetto di fattibilità tecnico-economica per una serie di interventi a chiamata su guasto e di adeguamento alle normative di sicurezza e federali degli impianti sportivi di Venezia, centro storico e delle isole, dal valore di 800 mila euro che consentirà di avere le risorse necessarie per intervenire per sistemare o mettere in sicurezza le strutture. Con questi fondi si eseguiranno manutenzioni agli impianti di illuminazione, ai manti di copertura, ai serramenti, agli impianti termici e idrico-sanitari e alle pavimentazioni da gioco.

«Venezia - afferma l'assessore ai Lavori Pubblici Francesca Zaccariotto - ha bisogno di continui interventi per fare in modo che anche le future generazioni ne possano godere la bellezza e il fascino. È ormai indispensabile che il governo decida di rifinanziare la legge speciale per Venezia: 150 milioni per dieci anni che serviranno appunto per portare avanti tutta una serie di interventi di cui la città ha bisogno a partire dalla pulizia dei canali, alla sistemazione delle rive, fino al sostegno ai cittadini che, proprio per la peculiarità di una città costruita sull'acqua, vedono le proprie case necessitare di una manutenzione molto più frequente rispetto a qualsiasi altra città d'Italia».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuova ordinanza in Veneto: novità per le attività commerciali e limitazioni in vigore

  • Il Veneto resta giallo? Zaia: «Dipendiamo da Rt, ma non abbiamo demeriti per cambiare zona»

  • Natale con congiunti ma senza abbracci: le regole per cenone e veglione di Capodanno

  • Domani si decide sul colore del Veneto, Zaia: «Pressione su ospedali, ma tutto sotto controllo»

  • Domani nuova ordinanza in Veneto, Zaia: «Misure per garantire la salute pubblica»

  • Coronavirus, il prossimo mese il Veneto potrebbe essere area a rischio elevato

Torna su
VeneziaToday è in caricamento