menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Edoardo Salzano (foto Ansa)

Edoardo Salzano (foto Ansa)

È morto l'urbanista Edoardo Salzano

Ex professore Iuav poi preside della Facoltà di Pianificazione del territorio. Ex assessore all'Urbanistica, membro della Commissione per la salvaguardia di Venezia. La commemorazione laica mercoledì 25 settembre

È morto Edoardo Salzano, «un grande veneziano», scrive il presidente della Municipalità di Marghera, Gianfranco Bettin. Urbanista e intellettuale è mancato a Venezia a 89 anni. Professore ordinario, nel 1972 inizia l'attività didattica al Corso di laurea in Urbanistica dell'Istituto universitario di Architettura di Venezia, Iuav. Dal 1979 passa a Pianificazione del territorio, fino a ricoprire la carica di presidente del corso di laurea in Pianificazione territoriale, urbanistica e ambientale nel 1994, e quella di preside della Facoltà di Pianificazione del territorio nel 2000. È stato assessore all'Urbanistica di Venezia nelle amministrazioni del Psi, partito socialista italiano, di Mario Rigo e Nereo Laroni. Presidente dell'Edilvenezia spa, azienda a partecipazione pubblica per gli interventi di risanamento del centro storico, istituita dalla legge speciale per Venezia del 1977, dal 1983 al 1992, e membro della Commissione per la salvaguardia di Venezia dal 1976 al 1990.

Il cordoglio

«L'8 giugno scorso, in carrozzella, era in calle, in fondamenta e in piazza, nella manifestazione veneziana contro le grandi navi - ricorda Bettin -. Ha contribuito a ripensare e a difendere Venezia, e ogni bene comune, la "città come bene comune". Perfino dissentire era prezioso con Eddy - ricorda il presidente - perché costringeva ad argomentare, ad approfondire, a volte anche a cambiare idea. Era un ambientalista di sinistra, vicino ai gruppi e alle associazioni impegnati nella difesa dei territori. Resteranno di Eddy molte cose, oltre ai ricordi personali: il suo lavoro, i suoi libri, eddyburg.it (sito web fondato nel 2003 da Salzano), le buone pratiche e idee. "Io guardo oltre", ha scritto in uno dei suoi ultimi interventi. È stato vero sempre, ci mancherà molto».

Eddyburg

«Questa mattina Edoardo Salzano ci ha lasciato - si legge sulla home del sito web www.eddyburg.it, creato da Edoardo Salzano nel 2003 -. La commemorazione laica si terrà mercoledì 25 prossimo, alle 15, nella sede di Ca' Tron dell'Università Iuav di Venezia, Santa Croce 1957. Dalle 12 sarà possibile un ultimo saluto a Eddy, nella camera ardente allestita a Ca’ Tron. Niente fiori ma, per chi vuole, una donazione all'associazione Eddyburg».

La politica

«A 16 anni sentire Eddy Salzano parlare e discutere alle riunioni dell’allora del Pci veneziano è stato un passaggio importante nella formazione e nella crescita di tanti di noi - scrive Michele Mognato di Articolo Uno -. È stato un protagonista per la vita della nostra città nelle giunte di sinistra a partire dalla seconda metà degli anni ‘70. Lo ricordo con affetto e rivolgo le mie condoglianze ai suoi cari». Il capogruppo del Pd, Stefano Fracasso, commenta: «Ci stringiamo attorno ai familiari di Edoardo Salzano, la cui scomparsa è una perdita per l’intero Veneto. Teorico della città come "casa di tutti", è stato un vero maestro della pianificazione urbana. Ricordiamo, fra tutti, il Piano regolatore generale del centro storico di Venezia. Con il suo lavoro ci ha insegnato il valore dello spazio pubblico, della necessità che ci sia un governo del territorio e dello sviluppo. Idee che ha portato avanti fino all’ultimo giorno attraverso il suo blog, eddyburg. Una voce importante di cui sentiremo la mancanza».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Assegno unico figli 250 euro al mese: come ottenerlo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento