Attualità

Linetti alla Camera: «Cantieri del Mose fermi, ma ci sono i soldi per finire e fare il primo anno di manutenzione»

Il provveditore in audizione alla Camera: «Ci sono state delle difficoltà, ma questo rallentamento è un'anomalia»

«Lo stato dei cantieri langue: sono abbastanza fermi, la produzione è molto bassa»: lo dice il provveditore interregionale delle opere pubbliche Roberto Linetti, in audizione alla commissione Ambiente della Camera, parlando dello stato di avanzamento delle opere e delle attività relative alla realizzazione del Mose. «Mancano circa 560 milioni di lavori da fare - spiega - opere interamente finanziate, e un diagramma che va a zero è una anomalia che va assolutamente segnalata, anomalia che non può essere solo dovuta a personale non capace e imprese svogliate». Ci sono «molte difficoltà - prosegue - ma il commissariamento ormai dura da 4 anni».

I finanziamenti

Eppure i soldi ci sono: «I finanziamenti statali in passato sono stati scaglionati, ma oggi ci sono tutti e sono anche superiori ai lavori da fare. I fondi disponibili ammontano a 1.047 milioni, che bastano per terminare i lavori, rifare opere che si sono guastate o sono venute male e per avviare l'opera, oltre che per la manutenzione fino al primo anno di gestione». E conclude: «Ho fiducia che i lavori si possano terminare. Le principali strutture sono già concluse, sono da terminare i lavori ambientali, di restauro e di impiantistica che possono svolgere le piccole e medie imprese locali». Inoltre, «il grosso degli impianti li realizza una multinazionale che ha vinto una gara pubblica, e ciò garantisce un'unità di responsabilità che prima non c'era».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Linetti alla Camera: «Cantieri del Mose fermi, ma ci sono i soldi per finire e fare il primo anno di manutenzione»

VeneziaToday è in caricamento