menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il cantiere alla bocca di porto di Chioggia

Il cantiere alla bocca di porto di Chioggia

Mose, Toninelli punta il dito contro il Consorzio Venezia Nuova: «Inadempienza pericolosa»

Per il ministro lo stallo è ingiustificato. Ma per i commissari (rappresentanti dello Stato) la responsabilità è delle imprese consorziate. Pellicani: «Il ministro non sa che pesci pigliare»

Rimpallo di responsabilità, e sul Mose gli interrogativi restano aperti. Per il ministro alle Infrastrutture Danilo Toninelli c'è «una sorta di paralisi da parte del soggetto tecnico operativo incaricato di realizzare l'opera per conto dello Stato (Consorzio Venezia Nuova): inadempienza ingiustificata e pericolosa rispetto ad un'opera marittima, che rischia di aggravare le condizioni di manutenzione». Lo ha riferito in audizione alla commissione Ambiente della Camera, riportando quanto riferito dal provveditore interregionale per le opere pubbliche, Roberto Linetti.

Conflitti e scambi di accuse

Fatto sta che, come precisato dal deputato Pd Nicola Pellicani, i lavori sono fermi da quasi un anno. E attacca: «Toninelli punta l'indice sui commissari straordinari che rappresentano lo Stato, i quali evidentemente non hanno più la fiducia del governo. Ma cosa intende fare per riavviare i lavori? Giunti al 94 per cento del completamento, bisogna pensare a concluderli e fare in modo che il Mose funzioni. Mentre stiamo assistendo a un continuo rimpallo di responsabilità: i commissari Giuseppe Fiengo e Francesco Ossola erano venuti in Commissione nel mese di luglio, scaricando tutte le colpe sulle imprese. E come se non bastasse è sempre più evidente la conflittualità tra il provveditore Roberto Linetti e gli stessi commissari».

Domani è il turno di Linetti

Il risultato è la paralisi. «A fine seduta - conclude Pellicani - il ministro mi ha confermato che è anche il suo obiettivo vedere l'opera funzionante, sebbene il Mose sia stato "una mangiatoia" e non intende presenziare all'inaugurazione. Ma di che inaugurazione stiamo parlando? Oggi dobbiamo fare i conti solo con ritardi, opere già realizzate in deterioramento e tanto caos. Il "ministro alla confusione" anche sul Mose, la più grande opera pubblica in corso di realizzazione in Italia, non sa che pesci prendere». Domani un'altra puntata: parlerà in commissione Ambiente il provveditore Linetti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sciopero generale, Sgb incrocia le braccia per 24 ore nei trasporti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento