rotate-mobile
Giovedì, 11 Agosto 2022
76. Mostra del Cinema di Venezia Lido

Kristen Stewart è Jean Seberg: «il mio personaggio? Molto di più di una donna con i capelli corti»

Icona di stile ribelle nella vita e nel film, l'attrice americana presenta Seberg, il suo nuovo lavoro fuori concorso alla Mostra del Cinema

Audace, ribelle e dallo stile inconfondibile, l'attrice americana che sembra avere gusti cinematografici più europei che americani, non ha paura di dire la sua e lo fa difendendo a spada tratta il personaggio che interpreta nel suo nuovo film, Seberg, presentato questa mattina alla Mostra del Cinema e tratto dalla vita di Jean Seberg, l'attrice americana che negli anni 60 viene perseguitata dall'FBI per il suo coinvolgimento politico e romantico con l'attivista Hakim Jamal. In una giornata dedicata a film tratti da storie vere, tra cui anche J'Accuse di Roman Polansky, Seberg va a ripescare dalla memoria collettiva un personaggio forse dimenticato, o, come non fa a meno di sottolineare la Stewart, ricordato solo per il suo taglio di capelli.

Venezia 76, il red carpet del 30 agosto

«Mi interessava la donna, non il personaggio»

«La conoscevo per l'immagine che i media hanno creato di lei ma a me interessava distruggere questa visione per scoprire il suo lato più intimo, per vedere la donna che era e non il personaggio» - afferma Kristen Steward alla conferenza stampa sottolineando come Jean Seberg aveva una "fame" dietro gli occhi di onestà e compassione per gli altri in un momento storico in cui era difficile averne.  «Facendo gli attori si vuole cercare in qualche modo di mantenere una connessione con le persone e di farlo senza rinunciare all'onestà» ed è questo obiettivo che accomuna l'attrice con il personaggio che fa tornare in vita con la sua interpretazione. Una donna che vale la pena di non essere dimenticata, un'attivista politica e sociale a cui la Stewart dichiara di riconoscersi in quanto lei stessa non ha mai nascosto ai giornalisti, e al suo pubblico, come la pensa.

Sarà proprio vero che "le rivoluzioni hanno bisogno delle stelle del cinema" come si dice nel film? A sentire Kristen Stewart, sembrerebbe proprio di sì. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Kristen Stewart è Jean Seberg: «il mio personaggio? Molto di più di una donna con i capelli corti»

VeneziaToday è in caricamento