Domenica, 24 Ottobre 2021
78. Mostra del Cinema

Alla Mostra del Cinema un documentario sul re del porno italiano

Joe D'Amato, al secolo Aristide Massaccesi, ha spaziato tra molti generi cinematografici, dall'horror alla commedia, prima di concentrarsi sulla pornografia

"Inferno rosso. Joe D’Amato sulla via dell’eccesso", documentario di Manlio Gomarasca e Massimiliano Zanin sul regista italiano più prolifico di sempre, si aggiunge alle proiezioni speciali della 78. Mostra del Cinem di Venezia, in programma al Lido dall'1 all'11 settembre.

Chi era Joe D'Amato

Joe D'Amato, al secolo Aristide Massaccesi, in America è considerato un genio dell'horror, in Francia un maestro dell'erotismo, in Italia il re del porno. Produttore, regista, autore, elettricista, operatore e direttore della fotografia. Un uomo dai mille pseudonimi con centinaia di film realizzati spaziando dagli spaghetti western al post-atomico, dal decamerotico all’eros patinato, dal porno estremo all'horror sanguinolento. Uno, nessuno, cento generi racchiusi in un autore solo. Una vita coraggiosa, folle, spericolata dedicata a una sola, unica, incontenibile e catastrofica ossessione: il set cinematografico.

«Raccontare Aristide Massaccesi - affermano i registi - significa raccontare la storia del cinema italiano di genere, dallo spaghetti western, all’horror e persino il porno, ma anche la straordinaria vita di un uomo che ha sacrificato tutto per la sua grande ossessione: il cinema. Questa incredibile avventura è stata realizzata grazie agli interventi di registi cult italiani come Lamberto Bava, Ruggero Deodato, Alberto De Martino e internazionali quali Jess Franco ed Eli Roth, e soprattutto grazie all’impegno e alla passione di un grande autore come Nicolas Winding Refn».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alla Mostra del Cinema un documentario sul re del porno italiano

VeneziaToday è in caricamento