rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
78. Mostra del Cinema

A Venezia è il giorno di Kristen Stewart nei panni di Lady D. Grande attesa per "Dune"

Ieri, lunghi applausi e consensi per "È stata la mano di Dio" di Paolo Sorrentino

Kristen Stewart nei panni di Lady Diana, messa in scena nei giorni decisivi per le sorti del suo matrimonio in "Spencer" di Pablo Larrain (in concorso) e la coppia Timothée Chalamet/Zendaya nel fantascientifico "Dune" di Denis Villeneuve (fuori concorso), nuovo adattamento dal classico di Frank Herbert, sono i protagonisti più attesi oggi, 3 settembre, alla Mostra Internazionale del Cinema di Venezia. In gara per il Leone d'oro anche il debutto alla regia di Maggie Gyllenhaal che porta sul schermo in "The lost daughter", con il premio Oscar Olivia Colman, il romanzo di Elena Ferrante, "La Figlia Oscura".

Venezia 78, il programma del 3 settembre

Tra i fuori concorso lo scontro tra i soldati ucraini e i separatisti appoggiati dalla Russia nella regione del Donbass è raccontato dal documentario "Tranchées" di Loup Bureau. In Orizzonti Extra è il giorno di "La ragazza ha volato" di Wilma Labate, racconto basato su una sceneggiatura della cineasta e dei fratelli D'Innocenzo, incentrato su una sedicenne fiera e solitaria,  rimasta incinta dopo dopo aver subito una violenza. Ecco i principali appuntamenti di domani:     

  • "Spencer" di Pablo Larrain (Venezia 78) con Kristen Stewart, Timothy Spall, Sean Harris, Sally Hawkins (Sala Grande alle 16.15).  Il matrimonio della principessa Diana e del principe Carlo è da tempo in crisi. Sebbene le voci di tradimenti e di divorzio abbondino, in occasione delle feste di Natale nella residenza reale di Sandringham viene decretato un periodo di pace.
  • "The lost daughter" di Maggie Gillenhaal (Venezia 78) con Olivia Colman, Jessie Buckley, Dakota Johnson, Alba Rohrwacher (Sala Grande alle 22). Sola in una località di mare, Leda, turbata dalla complicità fra una madre e figlia in spiaggia, è sopraffatta dai ricordi legati allo sgomento, allo smarrimento e all’intensità della propria maternità.
  • "Tranchées" di Loup Bureau (Fuori Concorso – Sala Grande alle 14). Mentre i diplomatici sono impegnati altrove a negoziare tregue e cessate il fuoco precari, nella regione del Donbass, in Ucraina, i soldati ucraini lottano contro i separatisti appoggiati dalla Russia.
  • "Dune" di Denis Villeneuve (Fuori concorso) con Timothée Chalamet, Zendaya, Oscar Isaac, Josh Brolin, Charlotte Rampling, Javier Bardem (Sala Grande alle 18.45).  Paul Atreides, giovane nato per andare incontro a un destino più grande della sua immaginazione, deve raggiungere il più pericoloso pianeta dell’universo per assicurare un futuro alla sua famiglia e al suo popolo.
  • "La ragazza ha volato" di Wilma Labate (Orizzonti Extra) con Alma Noce, Luka Zunic, Rossana Mortara (Palabiennale alle 21). È la storia di Nadia, un’adolescente ‘scomoda’ che vive a Trieste. Le conseguenze di una violenza subita la portano a dover crescere molto in fretta.
  • "Mondocane" di Alessandro Celli (Settimana della Critica) con Dennis Protopapa, Giuliano Soprano, Alessandro Borghi, Barbara Ronchi, Ludovica Nasti (Sala Perla alle 14.00 circa). In una Taranto postapocalittica, due orfani tredicenni sognano, per garantirsi la sopravvivenza, di entrare nella gang delle Formiche composta da ragazzini e guidata dal carismatico Testacalda.
  • "Californie" di Alessandro Cassigoli, Casey Kauffman (Giornate degli Autori) con Khadija Jaafari, Ikram Jaafari e Maria Amato (Sala Perla alle 17.15). Si narrano cinque anni nella vita di Jamila, bimba marocchina cresciuta a Torre Annunziata, osservandone da vicino i mutamenti fisici così come quelli di desideri ed obiettivi.
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Venezia è il giorno di Kristen Stewart nei panni di Lady D. Grande attesa per "Dune"

VeneziaToday è in caricamento