Artisti internazionali a Marghera: 22 murales per abbellire via dell'Azoto

Pow Wow fa tappa a Venezia. Il più grande festival di mural painting al mondo sceglie la zona industriale per scatenare l'arte di writer di fama internazionale

Il più grande festival al mondo di mural painting sceglie Venezia come location, in concomitanza con le vernici di apertura della 58esima Biennale d’arte di Venezia. Si tratta di Pow Wow, manifestazione che si terrà dal 6 all’11 maggio 2019 a Marghera, in via dell’Azoto 4. Il progetto, curato e diretto da Federico Hausammann intende sostenere una definitiva e originale riqualificazione dell’area industriale, sulla base di esperienze di successo e di quanto già realizzato in 18 città di tutto il mondo, tra le quali San Francisco, Long Beach e Washington DC.

La location

Un paesaggio di cemento costituito da un intero quartiere di fabbriche e industrie verrà trasformato in un museo a cielo aperto, grazie ai murales di 22 artisti di fama internazionale provenienti da tutto il mondo. L’area identificata e coinvolta dall’iniziativa fa parte della prima zona industriale, già oggetto di un’importante riqualificazione tra 1998 e 2008, grazie ad un intervento pubblico e privato che l’ha salvata dall’abbandono creando una piattaforma logistica retroportuale, che oggi dà lavoro a 1500 persone.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'iniziativa

Durante la manifestazione i murales verranno dipinti su interi immobili privati del quartiere e gli artisti eseguiranno opere che rimarranno a disposizione della collettività fino alla prossima edizione. Il programma prevede la realizzazione di opere murarie dalla giornata di lunedì 6 maggio fino a sabato 12, quando Corso Gianni Sottana sarà chiuso e reso pedonale per consentire alla cittadinanza di apprezzare il lavoro e di intrattenersi con gli artisti, che saranno a disposizione per spiegare la loro tecnica artistica e le opere che li hanno resi noti nel mondo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • «Assembramenti fuori dai locali, gente senza mascherina: così torniamo indietro»

  • In arrivo forti rovesci e grandinate

  • Un etto di cocaina e 15 mila euro in contanti: 4 arresti

  • Maneggio in fiamme: feriti padre e figlia, morti quattro cavalli

  • Pericoloso inseguimento in laguna, giovane sperona la volante: 25enne arrestato

  • Trova il padre senza vita in casa

Torna su
VeneziaToday è in caricamento