Rinnovato l'accordo tra l'Ermitage e la città di Venezia

Collaborazione per la promozione di iniziative di valorizzazione del patrimonio. La sede di rappresentanza del museo russo è nelle Procuratie vecchie

Procuratie vecchie

Il Comune di Venezia e il museo Ermitage di San Pietroburgo proseguono la collaborazione con un accordo che conferma e approfondisce, per altri 5 anni, i programmi di lavoro comuni già sottoscritti nel 2013. I due enti - con la partecipazione di altri istituti scientifici e culturali russi e italiani - collaboreranno per favorire la conoscenza, la conservazione, la valorizzazione del patrimonio culturale mondiale, la preparazione del personale scientifico e tecnico - sia russo che italiano - nel campo della ricerca, del restauro, della conservazione, della gestione, e della valorizzazione delle opere, della cultura e dell’arte. La sede operativa e di rappresentanza del centro scientifico e culturale Ermitage Italia continuerà ad essere ospitata nelle Procuratie vecchie di piazza San Marco, uno spazio prestigioso messo a disposizione per sottolineare l’importanza della collaborazione. Il documento è stato firmato stamattina dal sindaco Luigi Brugnaro e dal direttore dell'Ermitage, Michail Piotrovskij.

Ecco, per punti, gli obiettivi del progetto: 

  • promuovere attività di carattere scientifico per una approfondita catalogazione delle collezioni d’arte italiana dell’ Ermitage. La catalogazione avrà come risultato un prodotto editoriale librario ed informatico;
  • organizzare un centro di raccolta dati sulla storia del collezionismo in particolare in relazione alle collezioni del Museo Statale Ermitage ed alle connessioni con l’Italia;
  • organizzare stage e borse di studio di aggiornamento nel campo della storia, della cultura, della museologia, del restauro e conservazione, dei servizi e della gestione dei beni culturali per i collaboratori del Museo Statale Ermitage, dei musei della Fondazione Musei Civici di Venezia, degli altri musei della Russia e dell’Italia e delle istituzioni culturali italiane ed europee;
  • organizzare conferenze, seminari, tavole rotonde di carattere scientifico su argomenti di ambito storico, culturale, di museologia, di restauro, di conservazione, di gestione dei beni culturali;
  • pubblicare quando possibile i risultati delle ricerche ottenuti sulla base degli studi realizzati nell’ambito dei progetti individuati dal Comitato Scientifico del Centro Scientifico e Culturale “Ermitage Italia” e condotti dai collaboratori del Museo Statale Ermitage, di altri Musei russi e delle  Istituzioni Scientifiche e Culturali italiane;
  • dare sostegno alle attività di supporto di carattere scientifico e culturale in relazione a programmi di perfezionamento degli studi universitari;
  • dare sostegno ai programmi di collaborazione tra il Museo Statale Ermitage, gli altri Musei della Russia e le Istituzioni nonché i Centri e le Fondazioni Culturali italianeanche tramite accordi che vedano protagonista il Centro Scientifico e Culturale “Ermitge Italia”;
  • dare sostegno alla realizzazione nella città di Venezia, sulla base di accordi specifici, di mostre con opere provenienti dalle collezioni del Museo Statale Ermitage e con il possibile coinvolgimento di altri Musei della Russia e del mondo;
  • contribuire alla progettazione in Italia di accordi specifici di collaborazione su argomenti scientifici e culturali tra il Museo Statale Ermitage e Musei, Istituzioni, Fondazioni ed altri Centri specializzati nella ricerca, nella conservazione e nella valorizzazione della cultura e dell’arte.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Moto a terra, morta una ragazza di 29 anni

  • Schianto tra due auto, morta una donna

  • L'Amerigo Vespucci torna in laguna in compagnia della nave San Giorgio

  • Incidente mortale di Eraclea, il motociclista aveva bevuto

  • Travolto da un'auto, morto un pensionato di 63 anni

  • Lavoro nero alla fiera di San Donà: 14 denunce e multe per 120mila euro

Torna su
VeneziaToday è in caricamento