Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Neurouniversi": la serie che parla di neurodiversità | VIDEO

La serie, che si sviluppa in 10 episodi su Youtube, è stata ideata, scritta e interpretata da Giovanni Morandini e dallo psicologo Michele Cosi.

 

Parlare di neurodiversità in dieci puntate usando un linguaggio scientifico ma anche autoironico e leggero: Neurouniversi è la serie audiovisiva ideata, scritta e interpretata da Giovanni Morandini e Michele Cosi, nata con il fine di divulgare la corretta conoscenza dello spettro autistico, sfatandone i numerosi stereotipi stigmatizzanti.

Quella tra Giovanni, giovane insegnante neurodiverso laureato in filologia e letteratura italiana all’università Ca’ Foscari di Venezia, e lo psicologo Michele è un’amicizia di lunga data, nata tra i banchi di scuola e sfociata in numerose collaborazioni professionali, tra le quali spicca lo spettacolo teatrale Alias. Cronache dal pianeta Asperger, tratto da un audiodocumentario scritto dallo stesso Giovanni.

«Vogliamo fare chiarezza su alcuni temi riguardanti la neurodiversità e promuovere un tipo di comunicazione corretta, sovvertendo molti luoghi comuni» spiegano Giovanni e Michele. Un’idea nata durante il lockdown e che si svilupperà in dieci puntate a cadenza mensile, la prima delle quali è stata già caricata sulla piattaforma di streaming online Youtube

«Nel primo video parliamo della famosa formula “affetto da", onnipresente nei titoli dei giornali quando l'argomento riguarda le persone neurodiverse» racconta Giovanni. La divulgazione scientifica è affidata a Michele, che si è laureato in psicologia clinica e di comuntà con una tesi di laurea riguardante proprio la neurodiversità: «Le prossime due puntate, già interamente girate, tratteranno l’argomento dell’emotività» racconta.

Potrebbe Interessarti

Torna su
VeneziaToday è in caricamento