menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto: No grandi navi e Mediterranea sabato alla libreria Marco Polo, in campo Santa Margherita

Foto: No grandi navi e Mediterranea sabato alla libreria Marco Polo, in campo Santa Margherita

No Grandi Navi: «Sì alla Mediterranea contro i respingimenti». Il sostegno a Venezia

L'evento di sabato a Santa Margherita ha unito lo striscione No Nav a quelli dell'imbarcazione che vigila sulle coste libiche per il progetto 'In terra come in mare: saving humans'

No Grandi Navi, sì alla Mediterranea, la nave che vigila sulle coste libiche contro i respingimenti. L'evento ha visto uniti gli striscioni dei movimenti sabato a Venezia, alla libreria Marco Polo a Santa Margherita. La nave in questione si sostiene con il crowdfunding e quindi ha bisogno di visibilità. «Le vicende degli uomini e delle donne che vengono abbandonati in mare - dice Alessandro Metz, armatore sociale della nave Mediterranea, ex consigliere regionale del Friuli Venezia Giulia - non sono più accettabili. Per questo pezzi di società civile, intellettuali, autori e gente di ogni tipo si stanno dando da fare per sostenere questo progetto».

La nave anti respingimenti

Mediterranea è la nave italiana che si muove nel canale di Sicilia monitorando quanto accade in quel tratto di mare, dove migliaia di persone hanno già perso la vita cercando di attraversarlo, spesso con natanti di fortuna. Un impegno che solo coinvolgendo tante persone può concretizzarsi visti i costi dell’operazione. Il crowdfunding sta sicuramente funzionando ma, «sono questi appuntamenti - ha ricordato Metz in conferenza stampa alla Camera dei Deputati - a fare la differenza perché portano Mediterranea a terra tra le persone. Che poi sono i veri armatori ed armatrici sociali di questa nave».

L'accoglienza

Più di 100, tra artisti e intellettuali, in 9 città, hanno dato vita a iniziative a sostegno di questa nave. Molti scrittori e scrittrici, autori e autrici, cittadini e cittadine, ci sono alternati in letture che richiamano i temi dell’accoglienza. Lo stesso è accaduto a Venezia. Sono accorse tante persone per ascoltare, partecipare e sostenere il progetto "Mediterranea. In terra come in mare: Saving Humans". Da Veronesi alla Murgia, da Muccino ad Ascanio Celestini sono solo alcuni dei nomi di coloro che si stanno spendendo per raccogliere i fondi per supportare il progetto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento