menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un rendering del progetto

Un rendering del progetto

La nuova piscina di Spinea presentata alla città: «Dieci mesi per costruirla»

Il sindaco Vesnaver: «Servizi in più per la comunità: non solo sport ma anche fisioterapia, residenze e attività commerciali». L'investimento è di 4 milioni di euro

Il Comune di Spinea ha presentato oggi il progetto della nuova piscina, i cui lavori inizieranno a breve: è un'opera importante e molto attesa, pensata anche per qualificare l'offerta dei servizi presenti in città. Nell'area, a ridosso della stazione ferroviaria, sorgeranno anche residenze e attività commerciali. Il progetto è stato riepilogato da Massimo Franco, presidente della società “Tempo Libero” che gestisce l’area: «L'intervento si sviluppa su 63mila metri quadri, di cui oltre 30 mila a destinazione pubblica (strade, verde e parcheggi) e 7mila per la piscina, sul lato sud. L’edificio è per la maggior parte su un unico piano. Ci saranno una vasca semiolimpionica di 25 metri, una seconda vasca didattica di 12 metri per 6, e una più piccola dedicata alla riabilitazione in acqua».

Piscina estiva e tariffe ad hoc per residenti

Il parcheggio «diventa tutt'uno con quello già esistente, a margine dell'area spettacoli viaggianti». Sul lato nord «si sviluppa la parte scoperta a verde, sulla quale si affaccia una vetrata che consente anche l’utilizzo estivo della piscina». Tra la società e il Comune di Spinea c'è una convenzione trentennale che, tra l'altro, prevede tariffe scontate per i residenti e per le scuole, oltre che ingressi gratuiti per alcune categorie di disabili. La progettazione è dello Studio Teco+ di Bologna, l’impianto sarà realizzato da Myrtha Pools e la gestione sarà affidata ad un’altra loro società, la Aquamore. L’investimento è di 4 milioni di euro. L'opera, secondo Franco, sarà pronta in dieci mesi, quindi per agosto del prossimo anno. «Speriamo che in quella occasione possa regalarci la sua presenza la “nostra” campionessa e concittadina Federica Pellegrini», ha aggiunto.

Funzione sociale

Per il sindaco Martina Vesnaver è «un momento importante» perché «da troppo tempo la nostra città era in attesa di questo progetto, di cui beneficeranno bambini, giovani e anziani. È un pacchetto di servizi per i cittadini, non solo riferiti all'impianto natatorio e allo sport, ma anche alla fisioterapia; inoltre un bar e un insediamento che costituirà un nuovo "centro" di Spinea»: di fatto, nelle intenzioni dei promotori, un piccolo quartiere che contribuirà a migliorare la vivibilità della città. Per l'assessore allo Sport, Elia Bettin, è «una grande opportunità per la cittadinanza e permetterà in modo più agevole, in particolare ai bambini, di avvicinarsi alla pratica del nuoto. Punto di orgoglio sarà la presenza di una vasca e di un centro specializzato in fisioterapia».

Attenzione è stata posta alla funzione "inclusiva" dell'impianto: il progettista Carlo Rotellini ha spiegato che è un'opera «i committenti hanno fatto una scelta importante, che avrà grande valenza sociale: un impianto sportivo e non solo, con tutte le ultime novità tecniche come l’attenzione al consumo e al recupero delle acque. Alcuni dei rivestimenti vedranno la posa, per esempio, di piastrelle nate per assorbire lo smog e gli agenti patogeni».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bollo auto, prorogata ancora la scadenza del pagamento in Veneto

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento