Giovedì, 29 Luglio 2021
Attualità

Nuova vita ai campi da basket del parco Emmer e di via Pasqualigo

Terminata la manutenzione delle strutture sportive di Marghera e Mestre. Un intervento da 130 mila euro. Sistemati i manti superficiali, le segnature dei campi da gioco, tabelloni, canestri e balaustre

Piastra da Basket del Parco Emmer a Marghera

Sono giunti al termine i lavori di manutenzione straordinaria delle piastre da basket del Parco Emmer a Marghera e di via Pasqualigo a Mestre. «Si tratta - spiega l'assessore ai Lavori pubblici Francesca Zaccariotto - di interventi che rientrano in un piano complessivo di manutenzione sulle piastre polivalenti della terraferma, al fine di assicurare una migliore fruibilità delle strutture sportive all’aperto».

Un piano da oltre 130 mila euro svolto nell'arco di poco più di due mesi per riconsegnare alla cittadinanza le due strutture. Sono stati fatti interventi di sistemazione e rifacimento dei manti superficiali con le segnature dei campi da gioco, oltre a lavori di manutenzione ordinaria come la sistemazione di tabelloni, canestri e interventi sulle balaustre esistenti. Al contempo si sta procedendo con ulteriori lavori che, proprio in questi giorni, riguardano la piastra di Favaro (ex piscina) dove si eseguirà una nuova resinatura del manto in cementizio con la segnatura dei campi da gioco di imminente conclusione. «A breve riconsegniamo alla città anche quelle di Favaro, Gazzera, via Kolbe, Terraglio e Villaggio Laguna - continua Zaccariotto - Tutti interventi di cui si prevede la conclusione entro il prossimo mese di luglio».

«L'esecuzione di questi lavori - commenta l'assessore allo Sport Andrea Tomaello - dimostra, ancora una volta, l'attenzione che questa Amministrazione e soprattutto il sindaco Luigi Brugnaro stanno dedicando allo sport e alla manutenzione di quelle strutture che ne consentano lo svolgimento. L'attività sportiva, in questo periodo di pandemia, si è concentrata fuori dalle palestre e da tutti gli spazi chiusi. L'utilizzo di queste piastre è diventato quindi fondamentale, non solo per i giochi di squadra, ma anche per consentire l'allenamento fisico legato a tante altre discipline. Spazi quindi che, soprattutto con l'avvicinarsi della bella stagione, ci auguriamo possano essere utilizzati sempre di più e diventare luogo di socializzazione. Vogliamo così creare le opportunità per portare in città molti eventi sportivi già da quest'estate, ma per farlo abbiamo bisogno di strutture sportive sicure».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuova vita ai campi da basket del parco Emmer e di via Pasqualigo

VeneziaToday è in caricamento