Consegnati i primi Pop e Rock, i nuovi treni della metropolitana regionale

Comodi, veloci e smart, sono pensati per i 180mila pendolari della regione. Entro il 2023 ci saranno 78 nuovi convogli sui binari

La cerimonia di presentazione

I nuovi treni regionali sono pronti e già oggi, giorno della presentazione, stanno effettuando le prime corse. Si chiamano Pop e Rock, erano stati mostrati in anteprima l'anno scorso e fanno parte del piano di investimenti di Trenitalia dedicato, appunto, alla rete ferroviaria regionale. In Veneto saranno 78 e «sono stati costruiti con l'idea di dare la priorità ai pendolari», ha detto l'amministratore Orazio Iacono, aggiungendo che sono «i treni più scattanti d'Europa». Anche perché sono pensati per diventare i convogli della rete ferroviaria metropolitana (a proposito, i lavori per la fermata Sfmr della Gazzera stanno finalmente andando avanti). A oggi, ha ricordato l'assessore regionale Elisa De Berti, i treni regionali sono già utilizzati da 180mila pendolari veneti ogni giorno.

I treni

I Rock sono a due piani e più capienti (fino a 700 posti a sedere) e raggiungono i 160 km/h di velocità massima con un’accelerazione di 1,10 m/sec2; i Pop sono mono piano con una capacità massima di 300 posti a sedere, hanno la velocità massima di 160 km/h e un’accelerazione maggiore di 1 m/sec2. In tutto, alla fine, ne circoleranno 78 (47 Rock e 31 Pop), ma per arrivare alla fornitura completa bisognerà aspettare il 2023. Intanto, entro la fine del 2020 sui binari ce ne saranno 24. Si salirà sui Rock da Venezia a Verona, Bologna, Conegliano, Udine, Belluno e Bassano, ma anche tra Belluno e Padova e tra Bassano e Padova; i Pop invece saranno impiegati nelle tratte Venezia-Rovigo/Ferrara, Venezia-Portogruaro/Trieste e Venezia-Vicenza, oltre che tra Monselice e Mantova e tra Mantova e Verona. In ogni convoglio ci sono fino a 50 telecamere a garanzia della sicurezza.

Convogli brandizzati

Il governatore del Veneto, Luca Zaia, ha parlato di una rivoluzione per il trasporto su rotaia: «È un primato unico, ovvero una flotta di treni regionali tutti nuovi. Diciamolo con orgoglio: in Veneto i treni sono più puntuali di quelli svizzeri, di quelli tedeschi e di quelli londinesi. Quelli che stiamo presentando sono mezzi innovativi, dotati di wifi, spazi bici, più posti per disabili. Efficienti, smart e meno inquinanti. Inoltre sono stati realizzati in Italia. Due novità: i treni hanno i nomi delle nostre città e sono brandizzati con la bandiera del leone di San Marco». Iacono ha ricordato che la puntualità dei treni in Veneto ha raggiunto il 92% (entro i 5 minuti di ritardo) e che la soddisfazione della clientela negli ultimi anni è cresciuta notevolmente, fino al 93%.

I nuovi treni - spiega la scheda tecnica - sono riciclabili fino al 97% con una riduzione del 30% dei consumi energetici rispetto ai treni precedenti. Insieme a una sempre maggiore affidabilità (telediagnostica di serie) ed elevati standard di security (telecamere e monitor di bordo con riprese live), sono disponibili diverse configurazioni esterne e interne realizzate per rispondere alle esigenze individuate dal committente Regione.

Caratteristiche tecniche

Rock

  • Rock 5 casse: 605 posti seduti, 526 posti in piedi; Rock 6 casse: 726 posti seduti, 659 posti in piedi;
  • posti biciclette n°15 in configurazione invernale, n°24/30 posti in configurazione estiva; 
  • prese per ricarica bici elettriche;
  • telecamere di video-sorveglianza: 50 su Rock 5 casse, 60 su Rock 6 casse;
  • WiFi con portale di bordo;
  • 2 posti per clienti diversamente abili con carrozzina rigida (normalmente presente un solo posto per treno);
  • prese elettriche + USB;
  • meno 30% di consumi energetici rispetto a treni precedenti;
  • 97% di riciclabilità dei materiali

Pop

  • 301 posti seduti, 230 posti in piedi;
  • posti biciclette n° 6;
  • prese per ricarica bici elettriche;
  • 32 telecamere di video-sorveglianza;
  • WiFi con portale di bordo;
  • 2 posti per clienti diversamente abili con carrozzina rigida (normalmente presente un solo posto per treno);
  • prese elettriche + USB (attivate nel mese di gennaio 2020);
  • meno 30% di consumi energetici rispetto a treni precedenti;
  • 95% di riciclabilità dei materiali.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Venezia usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuova ordinanza in Veneto: novità per le attività commerciali e limitazioni in vigore

  • Il Veneto resta giallo? Zaia: «Dipendiamo da Rt, ma non abbiamo demeriti per cambiare zona»

  • Natale con congiunti ma senza abbracci: le regole per cenone e veglione di Capodanno

  • Domani si decide sul colore del Veneto, Zaia: «Pressione su ospedali, ma tutto sotto controllo»

  • Domani nuova ordinanza in Veneto, Zaia: «Misure per garantire la salute pubblica»

  • Coronavirus, il prossimo mese il Veneto potrebbe essere area a rischio elevato

Torna su
VeneziaToday è in caricamento